Covid, per le famiglie in difficoltà con figli a scuola arriva il "quaderno sospeso"

L'iniziativa di solidarietà

La pandemia da covid si è riacutizzata, la Lombardia è di nuovo in lockdown (seppure più morbido di primavera) e riemergono bisogni sociali diffusi, come la necessità di procurarsi materiale didattico per i bambini da parte delle famiglie più in difficoltà. Nel Municipio 7 è stata lanciata una iniziativa solidale, il "quaderno sospeso", che viene incontroo proprio a questo bisogno.

A lanciarla l'associazione culturale Comunità Ambrosiana, attraverso Tiziana Vecchio e Walter Moccia, rispettivamente assessora e consgliere del municipio, grazie all'adesione di tredici cartolerie del territorio e attraverso un buono spesa "sospeso", un piccolo contributo per una spesa prepagata che ha permesso di acquistare il materiale scolastico ai bambini meno fortunati. L'iniziativa, partita a settembre con la riapertura delle scuole, si è conclusa il 15 ottobre e ha avuto un grande risultato creando un circolo virtuoso tra associazione , commercianti e cittadinanza.

I soldi raccolti sono stati convertiti in materiale scolastico da ciascuna cartoleria su dettagliate liste redatte direttamente dalle tre realtà del territorio (il Centro Accoglienza Ambrosiano Onlus, la Caritas e la Parrocchia di Muggiano). Tiziana Vecchio e Walter Moccia hanno raccolto tutto il materiale che giovedì pomeriggio è stato consegnato dal presidente dell'associazione Luca Ceresa alle tre realtà. «Come sempre quando ci sono situazioni critiche i milanesi mostrano il loro animo ambrosiano e si attivano per aiutare il prossimo», dichiara Luca Ceresa: «Comunità Ambrosiana ha convogliato questo forte sentimento in un progetto che spera sia solo il primo di molti. Milano e i milanesi supereranno assieme anche questa crisi».

«Sono convinta che le Istituzioni debbano svolgere responsabilmente un ruolo attivo nel processo di gestione del territorio e dei bisogni della propria cittadinanza. Grazie, infatti, alla nostra scala privilegiata di raccolta e promozione delle istanze e di lettura delle dinamiche territoriali siamo in grado, al fin di promuoverne lo sviluppo, di condizionarne e veicolarne il divenire», aggiunge Tiziana Vecchio.

«Questa iniziativa è ammirevole, in quanto ha coinvolto attivamente la cittadinanza e alcune attività commerciali presenti sul territorio,  in risposta ai bisogni del territorio stesso. Abbiamo dato un aiuto concreto a tante famiglie e la gratitudine ricevuta oggi dai sorrisi delle persone che ci hanno accolti alla consegna del materiale raccolto, non può che darci ragione. La solidarietà va oltre ogni credo politico ed ideologico», conclude Walter Moccia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, file e corse per le scarpe della Lidl (comprate a 12.99 e già in vendita a 200 euro)

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

Torna su
MilanoToday è in caricamento