menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza covid, Galli: "I soldi per le ospitate in tv? Io non ho guadagnato nulla"

L'infettivologo del Sacco ha dichiarato di aver preso solo qualche gettone da 300 euro dalla tv svizzera

Tanta esposizione mediatica ma il il Prof Massimo Galli, infettivologo dell'ospedale Sacco e dell'università Statale di Milano, non si è arricchito con le sue presenze in tv, anzi. Lo ha detto lui stesso interpellato dall'*AdnKronos*: "Non ho mai richiesto, né percepito, alcun compenso per le mie partecipazioni a programmi televisivi, né per le interviste a giornali". O meglio, il professore si è corretto poco dopo: "Ho preso 300 franchi a presenza da dalla televisione della Svizzera che te la manda di default. Ci sarò andato 2 o 3 volte ed ecco gli unici soldini ricevuti per la mia partecipazione a programmi Tv, peraltro non richiesti e nemmeno in Italia".

La dichiarazione di Galli, preceduta da un tweet, è arrivata dopo un articolo di un giornale economico online in cui il nome dello scienziato veniva associato a quello di altri due colleghi per introdurre un articolo sui guadagni dei volti scientifici più amati dalla Tv in questa pandemia di Covid-19. "Un testo che bisogna leggere molto, perdendo molto tempo, per arrivare fino in fondo dove si conferma che io non nessuna 'cointeressenza' di questo tipo". Una voglia, quella di leggere tutto il pezzo, che l'infettivologo non ha avuto perché "mi sono subito incavolato per questa cosa. Però ci è arrivata con pazienza mia moglie questa mattina all'alba". Al termine dell'articolo venivano riportate  le rassicurazioni di Galli sul fatto di non aver mai chiesto nulla per parlare agli italiani seduti davanti al teleschermo.

"Visto che però mi è arrivata anche per conoscenza la copia di una specie di esposto fatto non so bene a chi, ma a qualche autorità costituita, da parte di un'associazione consumatori che parla anche di questo argomento - racconta ancora Galli - mi sono proprio sentito di dire che non ne potevo più".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Cos'è la "certificazione verde" per uscire dalla Lombardia e come si ottiene

Attualità

Netflix ha ambientato una serie tv a Milano

Coronavirus

Vaccini covid, il 22 aprile partono le prenotazioni per i 60-64enni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Elezioni comunali 2021

    Il nostalgismo

  • Porta Nuova

    In piazza Gae Aulenti è comparso un enorme caprone di legno

  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento