menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milano, riaprono tutti i musei: ecco le mostre in corso e gli orari, il calendario completo

Da martedì il comune di Milano riapre tutte le sedi espositive e museali. Il calendario

Milano, dopo la zona gialla, riparte (anche) dall'arte. Palazzo Marino ha infatti annunciato, a partire da martedì 9 febbraio, "la riapertura di tutte le mostre già inaugurate o allestite nelle sedi espositive e museali del comune di Milano".

Saranno quindi riaperte al pubblico le mostre già inaugurate e poi chiuse al pubblico dal 4 novembre scorso per l'emergenza covid: “Divine e Avanguardie. Le donne nell’arte russa” e “Prima, donna. Margaret Bourke-White” a Palazzo Reale (orario 10-19.30), “Carla Accardi. Contesti” al Museo del Novecento (orario 10-19.30), “Sotto il Cielo di Nut. Egitto divino” al Museo Archeologico (orario 10-17.30)".

Il covid non spegne la voglia d'arte

"Apriranno al pubblico anche le esposizioni temporanee allestite durante il periodo di lockdown e mai aperte al pubblico: “Giuseppe Bossi e Raffaello” al Castello Sforzesco (orario 10-17.30) e l’installazione artistica “Interazioni Antologiche” di Francesco Panozzo presso Casa della Memoria (orario 10-17.30), che sono state raccontate al pubblico attraverso video e immagini sul web. Mentre saranno inaugurate martedì tre nuove mostre: “La prima stagione di Gianni Dova” alla Casa Boschi di Stefano (orario 10-17.30), “Orticanoodles. Inside” allo Studio Museo Francesco Messina (orario 10-17.30), e “Qhapaq Ñan. La grande strada inca” al Mudec - Sala Khaled Assad (orario 10-19.30). Aperte anche “Frida Khalo. Il caos dentro” alla Fabbrica del Vapore e “Philippe Daverio a Milano” alla Cittadella degli Archivi (giorni e orari di apertura sui siti delle mostre)", ha proseguito il comune.

"Le disposizioni vigenti consentono la riapertura di musei e sedi espositive solo nei giorni feriali, pertanto le mostre resteranno aperte dal martedì al venerdì. La prenotazione non è necessaria ma fortemente consigliata per evitare attese, visto il contingentamento imposto dai protocolli di sicurezza, e garantirsi l’ingresso nelle sale", hanno sottolineato da palazzo Marino. 

L'unica mostra che aprirà "in ritardo" è “Luisa Lambri. Autoritratto”, allestita al Pac Padiglione d’Arte Contemporanea, che sarà visitabile da martedì 16.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento