menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lezione di chitarra (foto Pixabay)

Lezione di chitarra (foto Pixabay)

Scuole di danza, musica e lingue, da Regione ok alla ripartenza dei corsi

Una nuova ordinanza a decorrere dal 24 dicembre 2020 e fino al 15 gennaio 2021 consentità la ripresa di alcune attività corsistiche che erano ancora ferme

I corsi di musica, danza, pittura, fotografia, teatro, lingue straniere, e non solo, potranno ripartire. A deciderlo una nuova ordinanza firmata dal presidente della Regione Lombardia, che a decorrere dal 24 dicembre e fino al 15 gennaio consentirà attività corsistiche individuali e collettive (ma in questo secondo caso a distanza) diverse da quelle già autorizzate da Regione Lombardia.

Gli allievi potranno tornare a fare lezione ed esami in presenza se i corsi sono individuali (e non è possibile svolgerli a distanza in relazione alle specifiche modalità concrete di svolgimento delle lezioni, delle prove e delle esercitazioni)  - tranne nei giorni di zona rossa - e a distanza nel caso siano collettivi. 

Naturalmente, le lezioni individuali in presenza si svolgeranno nel rispetto delle misure generale di prevenzione e contenimento del contagio da covid e delle disposizioni, per quanto compatibili, presenti nelle schede 'Formazione professionale'" e 'Spettacoli dal vivo', di cui all'allegato 9 del DPCM 3 dicembre 2020 e delle ulteriori misure specifiche rispetto alle singole attività corsistiche disposte dal gestore dell'attività. Viene inoltre precisato che nella stessa aula, sala o locale in cui si tiene l'attività corsistica individuale del corso non potranno svolgersi contemporaneamente altri corsi/esami individuali.

L'ordinanza ha l'obiettivo di rispondere a dubbi interpretativi sia da parte degli operatori del settore che da parte degli utenti, con particolare riguardo allo svolgimento di tali attività nel periodo di efficacia della presente Ordinanza, tenuto conto della classificazione in zone di cui agli artt. 2 e 3 del DPCM 3 dicembre 2020. L'articolo 2 riguarda le attività agricole, controllo faunistico, attività venatorie e attività piscatorie. Limitatamente ai giorni di 'zona arancione' di cui all'articolo 2 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 3 dicembre 2020 (28, 29 e 30 dicembre e 4 gennaio 2021, come previsto dal DL 172/2020), si applicano le disposizioni di cui all'art. 4 dell'Ordinanza n. 649 del 9 dicembre 2020 già adottate in relazione al periodo 10-12 dicembre 2020.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento