Bollate (Milano), epidemia Covid nella Rsa: 53 ospiti positivi su 55

Cntagiati anche diversi operatori, ma - assicurano dalla struttura - la situazione sanitaria è sotto controllo

Sono 53 gli ospiti della Rsa Città di Bollate attualmente positivi al Covid, su 55 ospiti totali nella struttura. Lo rende noto l'amministrazione comunale dopo avere indetto una conferenza stampa per fare il punto sulla situazione e sulle misure adottate per fronteggiare l'epidemia. 

Tra gli ospiti, alcuni dei positivi sono asintomatici, altri con sintomi lievi e altri ancora con sintomi più forti. Tra il personale socio-sanitario, invece, sono positivi 23 operatori su 64, dei quali 18 completamente asintomatici. Durante la prima ondata di epidemia Covid, in primavera, la Rsa Città di Bollate era stata totalmente "risparmiata" dai contagi.

Contagi Covid: le ipotesi

I responsabili della struttura si sono soffermati anche sulle possibili modalità di diffusione del contagio evidenziando come ci siano diverse ipotesi al vaglio. Tra queste, il contagio avvenuto per l’inserimento di una paziente risultata negativa al tampone e al sierologico al momento del suo ingresso in struttura e sottoposta a tutti i protocolli sanitari, compresa la quarantena in isolamento. Solo dopo alcuni giorni - e alcuni test con dubbio risultato (debolmente positiva, negativa), la signora ha presentato sintomi ascrivibili a infezione da Covid e all’ultimo tampone è risultata positiva. 

Altra possibilità, sempre nel campo delle ipotesi, che qualcuno del personale fosse asintomatico ma con carica virale capace di infettare gli altri. Anche se è stato confermato che i protocolli applicati da marzo dalla direzione sanitaria sono stati mantenuti nel tempo senza alcun allentamento e che il personale dipendente e operante nella Rsa, tutto il personale, è stato sottoposto a tampone dalla fine del mese di agosto fino agli inizi di ottobre e gli esiti dei tamponi effettuati sono stati tutti negativi.

«Per fortuna - ha dichiarato il direttore sanitario Rosario Cantella - ad oggi gli ospiti e il personale stanno bene malgrado la positività. Non ci sono particolari criticità in merito alla salute e la struttura si sta occupando delle cure e del monitoraggio, che saranno costanti e continui come sempre». 

«Confermo la fiducia nella struttura e nei professionisti che la stanno gestendo in questo momento di criticità - ha concluso il Sindaco Francesco Vassallo-. La nostra Rsa è risultata tra le più protette e virtuose fin dall’inizio di questa emergenza. I contagi di oggi, avvenuti nonostante i rigidi protocolli sempre rispettati, ci indicano come siamo di fronte a un nemico subdolo che dobbiamo contrastare in ogni modo possibile, rispettando le regole e senza sottovalutare nessuna situazione di potenziale rischio». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento