Lunedì, 20 Settembre 2021
Coronavirus

Sala è a favore dell'obbligo vaccinale

Il sindaco di Milano, candidato alle prossime elezioni, dice la sua sull'obbligo vaccinale

Senza mezzi termini. Beppe Sala, sindaco uscente di Milano e candidato alle prossime elezioni comunali, sposa l'ipotesi dell'obbligo vaccinale paventata nei giorni scorsid dal presidente del consiglio, Mario Draghi. 

“Sono favorevole all’obbligo vaccinale, poi ovviamente dipende in che situazioni, che cosa vuol dire l’obbligo, ma questo sta nel buon senso e nella gestione", ha detto a margine della presentazione della lista Volt. “Io da sempre sono un sostenitore dell’utilità dei vaccini e anche del green pass quindi il mio invito è di non essere ambigui. Si può stare da una parte o dall’altra. Io ho visto che ci sono un paio di liste tra le tredici che sono contro i vaccini. È la democrazia, è un loro diritto. Io non me la prendo con chi si candida a rappresentare una parte della popolazione, ma per quanto mi riguarda non voglio essere ambiguo”, ha garantito il sindaco. 

E già poco prima, all’inaugurazione di un’opera murale realizzata per il Mercato di Campagna Amica di Porta Romana nell’ambito della Milano Design Week, il primo cittadino aveva utilizzato toni simili. I candidati sindaco di Milano no vax “sono la rappresentazione di una parte della società, bisogna dialogare con tutti, ovviamente dal mio punto di vista dico dialogo senz’altro ma certamente sono fermo sulle mie posizioni”, aveva spiegato. “Fin dall’inizio mi sono battuto per la vaccinazione, sono a favore del green pass quindi questa è la mia idea e se qualcuno la vede in maniera diversa lo spiegherà ai milanesi", aveva concluso Sala. 

Disponibile al dialogo anche Luca Bernardo, candidato del centrodestra e primo avversario di Sala. “Distinguiamo quei no vax che sono violenti, e ho già detto che la violenza non è tollerata mai, poi ci sono quelli che magari per timore non hanno chiaro cos’è il vaccino, e sono disposto ad incontrarli”, le parole del primario di pediatria del Fatebenefratelli. 

“Non voglio convincerli - ha proseguito riferendosi ai candidati no vax -, sono sempre rispettoso ed è con il rispetto e la parola che vanno ascoltati e compresi. Poi loro decideranno cosa fare. L’obbligo vaccinale lo può solo dare il governo con il consiglio del Cts, ricordando che è fatto di persone di altissimo livello scientifico e medico". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sala è a favore dell'obbligo vaccinale

MilanoToday è in caricamento