menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salvini scettico sull'obbligo di vaccinazione: "Bisogna spiegare ed accompagnare"

Il leader della Lega non raccoglie l'invito del sindaco di Milano a dire con chiarezza che si vaccinerà

Il leader della Lega, Matteo Salvini, a proposito del vaccino anti covid (domenica 27 in Lombardia si parte con le prime, simboliche, vaccinazioni), ritiene che "sia importante spiegare, educare, accompagnare, mai obbligare: non sono mai d'accordo con obblighi che riguardano la vita delle persone". Una dichiarazione un po' diversa da quella del governatore leghista Attilio Fontana - "Farò sicuramente il vaccino" - che, al solito stile dell'ex ministro dell'Interno, strizza lievemente l'occhio all'universo complottista e no-vax. 

Salvini, impegnato nel giorno di Natale nella consegna di pacchi regalo a famiglie bisognose milanesi insieme ai City Angels, ha detto che riguardo il vaccino seguirà il consiglio del suo medico ("quando sarà il mio turno") e spiega che "prima di me ci sono altre persone che ne hanno bisogno". Un giro di parole, quindi, che non lascia spazio a un "lo farò" netto e deciso. 

Il leader del Carroccio, dunque, non accoglie l'invito del sindaco di Milano Beppe Sala che, sempre il 25 dicembre, aveva invitato i politici a dichiarare la propria incondizionata disposizione al vaccino. 

"Credo che chi oggi abbia responsabilità politica deve sentirsi la responsabilità di dire, senza se e senza ma, che si vaccinerà, mi pare veramente il minimo, io lo faccio con convinzione", ha detto il primo cittadino che ha passato il 25 da Pane Quotidiano onlus.

"Io mi vaccinerò appena possibile - ha detto -, con piacere, essendo over 60, magari mi capiterà anche prima di altri: il punto è che realisticamente credo che la vaccinazione per tutti prenderà molti mesi. Lo sta dicendo il commissario Arcuri quindi non dobbiamo illuderci che in primavera sarà tutto a posto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento