menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La protesta a San Vittore

La protesta a San Vittore

Coronavirus, l'epidemia entra in carcere: a San Vittore 11 detenuti e 18 agenti positivi al Covid

Il punto di Carlo Lio, garante dei detenuti, che mercoledì ha visitato San Vittore

L'epidemia da Coronavirus entra nel carcere di San Vittore. A certificarlo è il garante dei detenuti regionale, Carlo Lio, che mercoledì mattina ha visitato il penitenziario di piazza Filangieri per incontrare il direttore Giacinto Siciliano e la comandante della polizia penitenziaria. 

"Abbiamo avviato un colloquio molto utile per approfondire e presidiare la situazione", ha fatto sapere Lio. "Sono intervenuto su invito della Presidente del Tribunale di Sorveglianza, Giovanna Di Rosa - ha spiegato - e in seguito ad alcune informazioni secondo le quali sarebbe prevista la creazione di un centro clinico per Covid-19 presso la casa circondariale. Abbiamo a questo proposito fatto presente le nostre perplessità, in quanto non riteniamo il carcere il luogo ideale per un insediamento del genere". 

"Certamente - ha assicurato Lio - come ufficio del garante vigilerò affinché si proceda nel rispetto di tutte le necessarie precauzioni e con le opportune attenzioni". Quindi i numeri:  "Attualmente in carcere vi sono 10 detenuti positivi, gestiti dal punto di vista sanitario in isolamento, e un detenuto positivo ospedalizzato. Tra le fila della polizia carceraria sono stati accertati 18 casi di contagio, regolarmente assistiti".

A marzo scorso, quando l'epidemia era scoppiata da poco in tutta la sua forza, proprio a San Vittore - come in altri penitenziari d'Italia - era andata in scena la rivolta dei detenuti, che avevano vandalizzato gli ambulatori, dato fuoco ai materassi e organizzato una sorta di sit-in sul tetto della struttura. I manifestanti quel giorno avevano protestato contro la decisione di sospendere i colloqui - una scelta arrivata dal ministero come risposta all'emergenza sanitaria - e avevano chiesto rassicurazioni sui potenziali rischi di contagio da Covid-19.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento