menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Sistema dei dati covid in Lombardia va in tilt, Aria: "Tutto risolto"

A denunciare il malfunzionamento erano stati alcuni sindaci lombardi e degli esponenti del Pd in Regione

Il sistema di monitoraggio dei dati sulla situazione del covid in Lombardia dovrebbe essere tornato a funzionare. Lo annuncia Aria, l'azienda regionale per l'innovazione e gli acquisti, dopo che nei giorni scorsi alcuni sindaci e degli esponenti del Partito Democratico in Regione avevano denunciato come il 'cruscotto di sorveglianza', a disposizione di comuni e prefetture, fosse andato in tilt.

A Peschiera boom di casi covid, ma è il sito regionale in tilt (e il comune è "bloccato")

La vicenda

Tra chi aveva segnalato la situazione la sindaca di Peschiera Borromeo (Milano), Caterina Molinari, che aveva dichiarato: "Il mal funzionamento del sistema di biosorveglianza di Regione Lombardia rende di fatto inefficace l'azione delle autorità sanitarie locali (...). Tutti i pazienti inseriti in elenco nel sistema risultano 'infetti-positivi' ad esclusione di quelli inseriti come segnalati attivi/chiusi". 

"Il risultato, chiaramente non attendibile - si leggeva nella comunicazione firmata dalla Molinari - è che a oggi nel territorio di Peschiera Borromeo sarebbero presenti 1200 pazienti positivi, su una popolazione di 24000 abitanti. Nello specifico, tutti i pazienti, anche quelli guariti o negativizzatisi, sono tornati ad essere computati come infetti". Di conseguenza per le autorità cittadine era impossibile sapere con certezza chi fosse davvero positivo.

"Il problema - ha tenuto a sottolineare il Pirellone in una nota - non ha inciso in alcun modo sulla classificazione della zona rossa. I dati che vengono utilizzati dal Cts per effettuare le valutazioni provengono da un altro flusso informatico, inviato quotidianamente dalla Dg Welfare, secondo un modulo standard, validato dal Cts, e uguale per tutte le Regioni. Non c'è stato alcun problema su tale flusso, proveniente direttamente dai laboratori che eseguono i tamponi".

"Nonostante il disguido informatico del 'cruscotto' di Aria - ha concluso la Regione - i sindaci hanno comunque sempre a disposizione il portale di Ats Milano che fornisce la situazione aggiornata dei contagi sui loro territori".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Isolata in Lombardia una nuova (e rarissima) variante di covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento