menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, tornano a salire i ricoveri in Lombardia. Pregliasco: "Ci sono segnali negativi"

Gli ospedali della Regione ricoverano più persone di quante ne dimettono. I dati

L’epidemia da coronavirus è tornata a correre. La situazione a Milano e in Lombardia non è tragica ma “ci sono segnali negativi e una tendenza al peggioramento”. Lo ha affermato Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università statale di Milano, ospite di 'Un giorno da pecora' su RaiRadio1 nel pomeriggio di lunedì 11 gennaio.

"Dopo le feste non dico di temere una terza ondata ma forse una terza onda, credo che i contagi potrebbero arrivare a metà mese, dalla prossima settimana", ha evidenziato il virologo. E i primi campanelli di allarme stanno già squillando. I pazienti covid negli ospedali sono tornati a crescere (quasi) stabilmente a partire da martedì 5 gennaio, un’inversione di tendenza che non si verificava da fine novembre 2020. A salire, più nel dettaglio, sono i pazienti covid meno gravi, mentre (tra decessi e pazienti guariti) le terapie intensive stanno continuando a svuotarsi. Attualmente gli ospedali della Lombardia stanno curando 4.057 pazienti: 459 in terapia intensiva e 3.598 nei reparti. Numeri lontani dai momenti più bui della prima e della seconda ondata, ma comunque preoccupanti perché stanno iniziando a crescere.

E i numeri preoccupano anche la Regione: “Purtroppo la scorsa settimana l’indice Rt ha avuto un improvviso rialzo, a 1,24. Tenendo conto dei nuovi parametri introdotti dal governo poco prima di Natale, ci stiamo avvicinando sicuramente alla zona rossa", aveva ammesso il presidente lombardo a SkyTg24 lunedì mattina, proprio nel giorno in cui la Lombardia è tornata in zona arancione. E ancora: "Mi auguro sempre che questi numeri si invertano, mi auguro sempre che l'indice Rt come l'indice dei ricoveri si possano abbassare. Questo è un auspicio, ma se non succede allora il rischio è la zona rossa. Stiamo peggiorando in tutti i parametri, la situazione va tenuta sotto controllo”, l'appello di Fontana, che già nella giornata di sabato aveva lanciato un avvertimento simile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento