Martedì, 21 Settembre 2021
Coronavirus

Vaccini covid, il 66 per cento dei lombardi ha completato il ciclo

I dati aggiornati all'inizio di agosto

Foto Ansa

Mentre le prime farmacie lombarde iniziano a somministrare il vaccino anti covid di Johnson & Johnson, al momento in modo sperimentale, agli over sessanta, la Lombardia continua ad essere ormai in prima linea sul fronte della vaccinazione. Cinque milioni e mezzo di cittadini hanno completato il ciclo, a cui aggiungere chi ha effettuato la monodose di J&J: la cifra è pari al 66,6 per cento della popolazione "target", cioè sopra i dodici anni. La media nazionale è leggermente inferiore: 62 per cento. Ed anche il 5 agosto sono state effettuate, negli hub lombardi, 88 mila inoculazioni. Insomma, il ritmo non si ferma.

Nella città metropolitana di Milano, quasi il 78 per cento della popolazione "target" ha ricevuto almeno una dose di vaccino anti covid. Il dato più alto è nella provincia di Lecco (83 per cento). Nella città di Milano, invece, la prima dose è stata ricevuta dal 76 per cento degli abitanti "target", circa un milione e duecentomila persone. Molti ormai i comuni nei quali questa percentuale supera l'80 per cento.

A fine luglio, il consulente della giunta regionale per le vaccinazioni covid, Guido Bertolaso, 'pronosticava' che, il 31 agosto, in Lombardia vi saranno state 13 milioni e 400 mila somministrazioni, di cui sette milioni e 220 mila prime dosi e sei milioni e 180 mila di seconde dosi, pari al 74 per cento di popolazione target con ciclo completato. 

"Nei fatti, oggi siamo vicini alla cosiddetta immunità di gregge con questi numeri - dichiarava Bertolaso -. Per quello che riguarda la variante 'delta' i positivi al virus non vaccinati sono il 62%, quelli che 'l'hanno presa' con la prima dose il 29%; nessuno è finito in terapia intensiva, e solo una persona su 10 è stata ricoverata in ospedale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini covid, il 66 per cento dei lombardi ha completato il ciclo

MilanoToday è in caricamento