menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Coronavirus, Sogemi: "Decisione di sospendere il pagamento del canone per 3 mesi"

A dirlo è Ferrero, presidente di Sogemi la società che gestisce il Mercato Agroalimentare

“La società ha deliberato di sospendere il pagamento del canone per tre mesi, quindi per il secondo trimestre, vale quindi fino a fine giugno” ma questa sospensione “deve essere adeguatamente motivata”.

A dirlo Cesare Ferrero, presidente di Sogemi la società che gestisce il Mercato Agroalimentare di Milano, durante una audizione in commissione a Palazzo Marino sul funzionamento dei mercati generali all’ingrosso durante l’emergenza da nuovo coronavirus.

“Uno potrebbe dire che in questo momento è quasi una presa in giro dire ‘adeguatamente motivata’, ma attenzione – ha avvertito Ferrero – l’ortomercato ha alcuni operatori che non hanno mai lavorato così tanto come in questo periodo, quindi la crisi non sta impattando il mercato in maniera omogenea. Un conto è un grossista che ha chiuso l’attività, un conto è il grossista dlel’ortofrutta che ha operato con un fatturato assolutamente in linea se non superiore rispetto al passato. Siccome le situazioni sono disomogenee abbiamo ritenuto che non dovesse essere un automatismo”.

La decisione di offrire una dilazione, ha spiegato poi Ferrero, deriva dal fatto che “la società opera con un vincolo di bilancio, il pareggio, non può abbonare il canone o andare incontro a situazioni che mettano in difficoltà il suo equilibrio finanziario ed economico. Il nostro azionista Comune è attento all’equilibrio della società. Noi abbiamo un monitoraggio della situazione che ci fa essere tranquilli sull’aver concesso la dilazione, ma non possiamo sapere quanto durerà la crisi. Ci riserviamo di adottare misure pro-tempore nell’avanzamento”.

Quanto all’ipotesi di un abbattimento del canone, il presidente di Sogemi ha aggiunto che quelle deliberate sono “misure di sostegno finanziario, non economic: noi lavoriamo in un regime di concessione, non privatistico per cui ci muoviamo all’interno di schemi di accordo sostenibile e corretto”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento