"Tesoretto" del Governo ai Comuni, Milano insorge: «Briciole per i nostri indigenti»

L'assessore al bilancio contro l'anticipo di 14 milioni sul Fondo di solidarietà comunale e i 7 milioni per i più bisognosi: «Non si tiene conto che qui abbiamo l'emergenza»

Roberto Tasca, assessore al bilancio del Comune di Milano, è adirato. Ce l'ha col Governo, che ha stanziato 400 milioni di euro per tutto il Paese destinati ai più bisognosi, distribuendoli ai Comuni che a loro volta li trasformeranno in buoni spesa (per i generi alimentari) o simili. La ripartizione assegna a Milano 7,3 milioni del "tesoretto". Ma, secondo l'assessore, sono troppo pochi. 

L'idea del Governo, annunciata dal presidente del consiglio Giuseppe Conte nella serata di sabato, è quella di fornire da subito un aiuto economico alle persone più in difficoltà per l'emergenza Covid-19, avvalendosi della "prossimità" degli ottomila Comuni italiani per la distribuzione di questo aiuto. Le misure sono due: oltre ai 400 milioni più emergenziali, il Governo anticiperà la rata di maggio del Fondo di solidarietà comunale, ripartito tra i comuni interessati sulla base del gettito effettivo dell'Imu e della Tasi. Per Milano significa 14 milioni di euro immediatamente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tasca non è però d'accordo con i criteri generali di suddivisione. Il criterio, infatti, non prevede di considerare i contagiati da Coronavirus, ma soltanto la quantità di indigenti per ogni Comune d'Italia. Questo finisce inevitabilmente col penalizzare i Comuni del Nord, più colpiti dal Covid-19, anche se va detto che l'indigenza "provocata" dal Coronavirus riguarda tutto il Paese, atteso che le attività produttive non essenziali sono state fermate ovunque, e che al contempo altri provvedimenti precedenti, che hanno allo stesso modo fermato interi settori come lo spettacolo, il turismo, la ristorazione e così via, sono di portata nazionale e hanno prodotto effetti ovunque, non solo al Nord. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, il locale che regala chupiti alle donne che mostrano il seno: esplode la polemica

  • La provocazione di Cracco in Galleria (Milano): ai suoi clienti solo mezza pizza

  • L'anziana che ha "truffato" i truffatori: così una 87enne ha fatto arrestare la "nipote" a Milano

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Il maltempo fa paura: "Forti temporali in arrivo, fino a 150mm di acqua in 6 ore" (Poi la grandine)

  • Milano, ecco lo store di Off-White in pieno centro: è il brand per cui tutti si mettono in fila

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento