menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Sospendere Area B e Area C a Milano contro il coronavirus": la richiesta al sindaco Sala

La misura aiuterebbe a liberare l'afflusso di passeggeri in metropolitana. Gli appelli

Sospendere Area B e Area C. La richiesta arriva da più parti all'amministrazione comunale di Milano. “Dopo aver scritto al sindaco e non aver ricevuto alcuna risposta, ho avviato, come rappresentante di Fratelli d’Italia a Palazzo Marino, una petizione per chiedere la sospensione di Area C, Area B e la gratuità dei parcheggi fino alla fine dell’epidemia, dando voce ai cittadini milanesi che da tempo mi chiedono di essere tutelati dalle scelte irresponsabili di questa Amministrazione”.

Ad annunciarlo è il capogruppo FdI al Comune di Milano, Andrea Mascaretti, spiegando di aver “raccolto le firme a febbraio, quando chiedevo al sindaco Sala di sospendere Area C e Area B per consentire ai cittadini milanesi di utilizzare la propria automobile per muoversi evitando di usare i mezzi pubblici, molto più rischiosi per la diffusione del contagio da covid-19, poi alla fine, dopo un lungo braccio di ferro con l’opposizione, il sindaco aveva ceduto”.

Il sindaco ha “diviso la città in due blocchi sociali”

“Ora ha inaccettabilmente riattivato dapprima Area C e il pagamento dei parcheggi e poi Area B costringendo la fascia di popolazione economicamente più debole a correre maggiori rischi, proprio quando i contagi sono aumentati” ha proseguito Mascaretti, sottolineando che il sindaco ha “così diviso la città in due blocchi sociali”. 

“Da una parte i ricchi, i radical chic, che hanno sempre l’auto nuova e possono attraversare Area B e pagare tranquillamente ogni giorno Area C e i parcheggi: pochi privilegiati, come il sindaco, che non utilizzano la metropolitana e non corrono il rischio di essere contagiati mentre vanno al lavoro, a scuola, a curarsi” ha continuato il consigliere di Fratelli d’Italia, aggiungendo “dall’altra parte, tutti gli altri cittadini che, non potendo permettersi di cambiare la propria automobile datata o di pagare ogni giorno area C e i parcheggi, sono costretti a prendere la metropolitana”.

“Peraltro, proprio in metropolitana, l’Amministrazione comunale - ha concluso - non è in grado di garantire ai milanesi di poter viaggiare mantenendo le distanze minime di sicurezza previste per legge” ha aggiunto Mascaretti.

L'appello al sindaco Sala per sospendere Area B e Area C

Gli fa eco il commissario provinciale della Lega Salvini Premier Stefano Bolognini: “Il sindaco Sala sospenda almeno fino al 31 dicembre Area B e Area C”.

“Raccogliamo e condividiamo pienamente la richiesta di Aci Milano e - ha proseguito Bolognini - stanno aumentando i ricoveri in terapia intensiva, sono in costante crescita anche i casi positivi e la situazione è critica in Lombardia, ma in particolare a Milano e nella Città metropolitana. Dobbiamo usare ogni mezzo per evitare contagi e assembramenti e quindi occorre diminuire velocemente i passeggeri sui mezzi pubblici negli orari di punta. Dobbiamo aumentare lo smartworking, favorire orari flessibili a scuola e, ove possibile, lezioni e riunioni di lavoro a distanza”.

“Una risposta immediata - ha concluso il commissario leghista - può senza dubbio essere rappresentata proprio nel favorire l’uso dell’auto privata. Biciclette e monopattini certamente non bastano, a maggior ragione se la distanza casa-lavoro o casa-scuola è elevata, e soprattutto adesso che le temperature stanno scendendo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento