menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milano e la sua fame di normalità: code e ingorghi (quasi) come prima

Strade e piazze hanno iniziato a riempirsi a partire da domenica 13 dicembre: tutti i dati

Sono tornate a riempirsi le strade di Milano, lo si percepisce girando per il centro e lo certificano i dati pubblicati dai colossi della tecnologia. Milano è più animata rispetto ai giorni dopo il primo lockdown (terminato il 4 maggio), ma è meno popolata rispetto ai mesi pre covid.

Secondo i dataset pubblicati da Apple, ricavati attraverso le richieste di indicazioni stradali alle mappe della società di Cupertino, la curva degli spostamenti dei milanesi ha iniziato ad alzarsi in maniera significativa a partire da domenica 13 dicembre (primo giorno di zona gialla). Gli spostamenti in auto sono stati comunque il 30% più bassi rispetto a una normale giornata pre-covid, mentre quelli a piedi sono più bassi quasi del 40%. La situazione è arrivata quasi alla (pericolosa) "normalità” venerdì 18 dicembre quando gli spostamenti in auto sono stati solo il 5% più bassi rispetto a quando non esisteva il coronavirus.

L’aumento degli spostamenti è certificato anche da Google che puntualmente diffonde i suoi report, realizzati attraverso l’insieme di “dati aggregati e anonimi degli utenti che hanno attivato l’impostazione Cronologia delle posizioni;  report che, tuttavia, si ferma solo a metà mese. I dati registrati dal motore di ricerca riflettono un calo generalizzato rispetto al periodo pre-covid ma certificano un aumento rispetto a novembre. La percentuale di persone nei luoghi di lavoro è passata da -47% a -35 %; la presenza di clienti nei negozi è passata dal -61% della zona rossa a -27% dei giorni scorsi; nel frattempo è diminuita la presenza nelle zone residenziali da +23% di novembre a +15% di dicembre.

Dati google 15 dicembre-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento