menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Teatro Franco Parenti (foto Noemi Ardesi)

Teatro Franco Parenti (foto Noemi Ardesi)

La cultura ai tempi del Covid: i tavoli tematici convocati da Regione Lombardia

Serviranno a raccogliere dati e proposte per organizzare e sostenere la ripartenza dopo l'emergenza Covid

Chiesti a gran voce da tutto il mondo culturale, sono stati ora convocati i "tavoli" tematici regionali. Il primo, martedì 9 febbraio, è dedicato alle biblioteche e agli archivi. Il sesto e ultimo, mercoledì 17 febbraio, al cinema. In mezzo gli altri, che saranno focalizzati su musei, ecomusei, patrimonio diffuso, spettacolo dal vivo e promozione culturale. 

Teatro Parenti riaperto per un giorno

L'obiettivo è quello di dare spazio agli operatori del settore culturale per confrontarsi con loro sugli effetti prodotti dall'emergenza sanitaria, sui bisogni, sulle necessità e sulle future politiche di rilancio e sviluppo per la ripresa. Durante gli incontri (in video conferenza) verranno raccolti dati e istanze per effettuare l'analisi degli effetti dell'emergenza sanitaria sui vari settori del mondo culturale, anche per definire meglio le politiche di sviluppo del settore e rispondere ai bisogni degli operatori. 

Le informazioni raccolte serviranno anche a definire il "programma operativo annuale per la cultura" per il 2021, che sarà approvato dalla giunta regionale e servirà a definire i finanziamenti degli interventi necessari per avviare l'uscita dalla crisi. Una crisi molto pesante visto che le restrizioni dovute all'emergenza sanitaria hanno portato alla chiusura di tutti i luoghi di cultura in Italia.

«L’idea che sta dietro le Giornate della Cultura - ha evidenziato l’assessore regionale Stefano Bruno Galli - è quella di promuovere un momento di ascolto e di confronto con gli operatori dei diversi settori culturali. Si tratta di una modalità innovativa, resa necessaria da due ordini di ragioni: da una parte, costruire una sintesi del tutto veritiera dell’impatto dell’emergenza sanitaria sulla cultura; dall’altra, individuare i mezzi più efficaci per superare le conseguenze della crisi pandemica e inserirli, per quanto possibile, nel piano operativo annuale».

Tavolo di lavoro e voucher spettacoli: l'odg approvato in Regione

Risale a dicembre 2020 l'approvazione all'unanimità di un ordine del giorno in consiglio regionale (presentato da Michele Usuelli di +Europa/Radicali e da Niccolò Carretta di Azione) con cui si chiedeva un tavolo di lavoro con i rappresentanti dei lavoratori dello spettacolo. Duplice l'obiettivo: da un lato redigere una proposta di linee guida per la futura ripartenza dopo l'emergenza Covid, dall'altro proporre una riforma delle norme che regolano il settore individuando le criticità della normativa nazionale.

L'ordine del giorno prevedeva anche due forme di contributi erogabili da parte della Regione: uno rivolto ai lavoratori, per integrare l'indennità Inps riconosciuta dai provvedimenti del Governo; l'altro al pubblico, per sostenere l'acquisto di biglietti tramitet un sistema di voucher.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento