menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid-19, test sierologico a Milano: dove farlo e quanto costa

I primi laboratori privati aprono ai test sierologici per individuare le immunoglobine del Covid-19

L'emergenza sanitaria da Covid-19 porta con sé un bagaglio di incertezza dovuto al fatto che si tratta di una malattia nuova, della quale medici e ricercatori stanno apprendendo le caratteristiche "sul campo", mentre hanno a che fare con essa. E' quasi scontato che alcune informazioni vengano smentite da successive scoperte. E che talvolta si abbia l'impressione che gli esperti, e con loro i politici, "navighino a vista". E' il caso anche dei test sierologici, che come tutti sanno individuano la presenza di immunoglobine di due tipi: IgM (prodotti nella fase iniziale della malattia, che scompaiono presto) e IgG (prodotti dal nono-decimo giorno, che rimangono più a lungo e quindi testimoniano che il paziente ha contratto il virus qualche settimana prima).

Test sierologici: non garantiscono immunità al Covid-19

L'apertura del test sierologico ai laboratori privati, in Lombardia, è arrivata quando ormai era chiaro che la presenza di immunoglobine (ovvero anticorpi) non conferisce affatto quella "patente di immunità" che si pensava tempo fa, quando addirittura era sorta la possibilità di consentire la ripresa delle normali attività (e della normale vita quotidiana) solo a chi avesse fatto il test sierologico risultando positivo alle immunoglobine. Ora è esattamente il contrario: chi risulta positivo agli anticorpi deve effettuare anche il tampone, per verificare se in questo momento ha in corso il Covid-19, e comunque gli viene consigliato l'isolamento fiduciario.

Nel frattempo, presso l'opinione pubblica si è diffusa la convinzione che i test sierologici, accompagnati evidentemente ai tamponi nel caso di positività al test, siano necessari per conoscere la propria situazione riguardo al Coronavirus. Dopo diverse settimane, Regione Lombardia ha consentito ai laboratori privati di effettuare i test, e sarà lo stesso laboratorio ad effettuare l'eventuale tampone ai positivi. Solo "in corsa" la Regione si è poi affrettata a specificare che il costo del tampone sarà interamente rimborsato dal servizio sanitario regionale ma solo a chi è positivo a entrambi, test e tampone. 

Le prime strutture che offrono i test sierologici: dove e quanto costano

La Regione, contemporaneamente, ha fissato il prezzo per il tampone (62,69 euro) mentre rimane a discrezione del laboratorio il prezzo per il test sierologico. E la "giungla" è servita. Synlab è una delle catene di laboratori che si è attrezzata per prima. Si accede al test senza prenotazione (in Lombardia), in determinate fasce orarie. Il costo è di 40 euro per gli anticorpi IgG e di 67,50 euro per IgG e IgM. Il Centro Medico Santagostino invece effettua solo il test IgG al costo di 35 euro con prenotazione online obbligatoria nelle sedi di Milano, Monza e Nembro (Bg). L'Auxologico effettua il test IgG e IgM, con prenotazione obbligatoria online, in quattro sedi: Milano Ariosto, Milano Procaccini, Pioltello (Mi) e Meda (Mb). Il costo è di 40 euro.

Unisalus, nel suo centro in zona Stazione Centrale, offre il test IgG e IgM a 65 euro, con prenotazione telefonica o via email. Il Gruppo Humanitas offre invece, a 40 euro con prenotazione telefonica, il test IgG in molti centri tra cui l'ospedale di Rozzano, l'ospedale San Pio X di Milano e i medical care di via Domodossola, via Murat, Lainate e Arese. Il Centro Diagnostico Italiano offre il test a 70 euro (IgG e IgM) su prenotazione online nei centri di via Saint Bon, piazza Lavater, largo Augusto, via Grosotto e piazza Aulenti.

Test gratuiti in quattro Comuni lombardi

Contemporaneamente, il 18 maggio (due mesi dopo la scoperta del paziente 1 a Codogno) è partito il primo screening di massa in Lombardia per verificare la presenza degli anticorpi. Lo screening sarà condotto da Massimo Galli, virologo della Statale, per rilevare la. diffusione dell'infezione da Covid-19 in quattro Comuni della Lombardia tra quelli più precocemente colpiti nel Paese. L'obiettivo è quello di stimare la reale estensione dell'infezione nel territorio.

I Comuni prescelti sono Castiglione d'Adda (Lodi), Carpiano (Milano), Vanzaghello (Milano) e Suisio (Bergamo). Sarà utilizzato il test rapido immuno-cromatografico e verranno distribuiti questionari per ricostruire l'eventuale infezione. I cittadini di questi quattro Comuni accederanno gratuitamente al test. Chi verrà trovato con gli anticorpi IgG sarà sottoposto anche al tampone, sempre gratuitamente, così come un campione di chi è risutato negativo agli IgG.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Isolata in Lombardia una nuova (e rarissima) variante di covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento