Denunciò il disagio dei lavoratori del Trivulzio: sindacalista sospeso, causa contro il Pat

La Cgil agisce legalmente contro il Pat: «Goccia che fa traboccare il vaso»

Ricorso della Cgil contro il Pio Albergo Trivulzio per la sospensione di un lavoratore, Pietro La Grassa, delegato Fp-Cgil e membro della Rsu all'interno del Pat. Ma non è l'unico caso di provvedimento disciplinare dell'azienda. La sospensione è stata decisa dopo la pubblicazione di un servizio giornalistico in cui il delegato - che rappresenta i lavoratori per la sicurezza - denunciava il disagio di chi lavora al Pat in questo difficile periodo.

Poche ore dopo, il lavoratore è stato raggiunto dal provvedimento di sospensione. La Fp-Cgil parla di «goccia che fa traboccare il vaso», dopo altri provvedimenti del genere, o comunque di tipo discilplinare. «Con la scusa dell’ennesima procedura disciplinare il Pat mette fuori una voce critica, che non ha mancato in questi mesi di segnalare problemi e disfunzioni, nell’interesse della stessa azienda. Siamo fiduciosi che la magistratura riconoscerà il corretto comportamento dei nostri delegati a tutela della salute di ospiti e operatori», dichiara il sindacato.

Novembre, nuovi positivi al Covid al Trivulzio

All'inizio di novembre, come in primavera, erano riesplosi i contagi all'interno del Pat, al centro di un'inchiesta della Procura di Milano per i numerosi decessi avvenuti nelle Rsa lombarde durante la prima ondata di Coronavirus. Il 5 novembre, i dipendenti positivi al covid erano 64 su circa 551, ma tra i pazienti erano stati anche riscontrati casi di positività (sette su 900) e falsi positivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Coronavirus, fa paura la variante brasiliana del covid, Galli: "È una cosa pesante purtroppo"

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

Torna su
MilanoToday è in caricamento