Coronavirus, prime lezioni in presenza ibrida all’Università Cattolica dopo il lockdown

Su 600 studenti convocati 450 hanno deciso di essere presenti, è stata Scienze bancarie, finanziarie e assicurative a partire con tutti i corsi di laurea triennali e magistrali

Repertorio

Primo giorno di fase 3 all’Università Cattolica che ha aperto di nuovo le porte agli studento, ma adottando un modello “ibrido” tra presenza e distanza. Nei cinque campus dell’ateneo (Milano, Brescia, Piacenza-Cremona e Roma) riprendono le lezioni in presenza in base alle modalità stabilite dalle 12 facoltà, nel rispetto delle norme sul distanziamento sociale, compatibilmente con gli spazi disponibili e sempre secondo la filosofia “Tutto il possibile in presenza, tutto il necessario da remoto”. Complessivamente ammonta a quasi 10 milioni di euro la cifra di risorse finanziare che la Cattolica ha messo in campo dall’inizio dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

A Milano, dove su 600 studenti convocati 450 hanno deciso di essere presenti, è stata Scienze bancarie, finanziarie e assicurative a partire con tutti i corsi di laurea triennali e magistrali. Anche a Piacenza hanno preso il via le lezioni in aula della magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza con la possibilità per tutti gli iscritti di seguire le lezioni in presenza. Mentre nel campus romano dell’Università Cattolica questa mattina si è svolta in presenza la prima sessione del test di ammissione al Corso di laurea triennale in Scienze e tecnologie cosmetologiche e ai Corsi di laurea triennale delle Professioni Sanitarie della facoltà di Medicina e chirurgia con complessivamente 1.907 candidati alla prova.

Le lezioni saranno live e in diretta streaming grazie all’ulteriore potenziamento tecnologico delle oltre 500 aule dei cinque campus, attrezzate con telecamere dotate di auto tracking, un sistema che consente di effettuare inquadrature al docente in qualsiasi posizione si trovi. Inoltre tutte le lezioni saranno videoregistrate e messe a disposizione sulla piattaforma Blackboard o comunque si potranno seguire a distanza per l’intero anno accademico nelle forme previste dal piano #eCatt.

A fornire ai nuovi iscritti un primo quadro su svolgimento di lezioni e accesso ai servizi d’Ateneo saranno i Welcome Day, le tradizionali giornate promosse dalle 12 facoltà per dare il benvenuto ai nuovi iscritti ai corsi di laurea triennale e a ciclo unico dell’Ateneo, che quest’anno, a seguito del particolare momento, cambiano veste e approdano sul web. I Welcome Day, cominciati venerdì 4 settembre, si concluderanno il 1° ottobre con Scienze della formazione, l’unico a svolgersi in presenza.

Dal 14 al 18 settembre si terrà online l’Open Week Master & Postlaurea dedicato alla presentazione di Master, Corsi di Formazione continua, Scuole di specializzazione e Dottorati. Il 16 settembre si svolgerà in presenza a Milano, nella sede del Pime, e a Brescia, al Brixiaforum, la prova d’ammissione al corso di laurea magistrale a ciclo unico in Scienze della Formazione Primaria con test ministeriale programmato. I posti disponibili sono 200 nella sede milanese e 250 in quella bresciana. Anche a Roma tutte le prove di ammissione in programma fino al 2 ottobre si terranno in presenza, tranne Economia online giovedì 3 e venerdì 18 settembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Coronavirus, fa paura la variante brasiliana del covid, Galli: "È una cosa pesante purtroppo"

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio: "Non è punizione". Le regole

Torna su
MilanoToday è in caricamento