Coronavirus

A Milano una persona su tre è vaccinata ma diminuiscono le inoculazioni

A Milano oltre il 32% delle persone sopra i 16 anni ha ricevuto una dose di vaccino. Ecco la situazione

Il 32,45% dei milanesi sopra i 16 anni ha ricevuto almeno una dose di vaccino contro il coronavirus. È il dato che emerge dal bollettino che quotidianamente viene pubblicato sul sito della Regione Lombardia. Secondo i dati pubblicati nella giornata di lunedì 10 maggio i cittadini che hanno ricevuto la prima dose sono oltre 392mila; quelli immuni (a cui sono state iniettate entrambe le dosi) sono 157mila.

Tra lunedì e domenica 9 maggio, tuttavia, il numero di vaccinazioni anticovid in Lombardia è sceso per la prima volta dopo cinque settimane. Tra il 3 e il 9 maggio, infatti, le punture sono state oltre 588mila; 678mila la settimana precedente. Un rallentamento del 13,2%. La Lombardia, infatti, ha smesso di fare 100mila vaccinazioni quotidiane assestandosi a quota 96mila. Il fatto era stato annunciato nei giorni scorsi dal governatore Fontana: "Purtroppo a causa della carenza di vaccini abbiamo dovuto rallentare, infatti il generale Figliuolo ha abbassato il target per la nostra regione, che ora si attesta intorno alle 85mila inoculazioni al giorno — aveva spiegato il presidente della Lombardia nella giornata di giovedì 6 maggio —. Voglio comunque sottolineare che la Lombardia è l’unica, insieme ad altre due regioni, ad avere mantenuto e superato i target".

Come sta proseguendo la campagna vaccinale

Dall'inizio della campagna vaccinale sono state inoculate oltre 4milioni di dosi, il 91% di quelle arrivate da Roma (4.564.210), stando al bollettino aggiornato alle 6:13 di lunedì 10 maggio.

La maggior parte delle dosi sono state utilizzate per anziani over 70 (quasi 2 milioni e 200mila); alle persone tra i 50 e i 69 anni, invece, sono state iniettate un milione e 200mila; mentre gli under49 vaccinati sono 748mila.

Attualmente nei frigoriferi della Lombardia ci sono oltre 411mila dosi di vaccino. Oltre 90mila di Vaxzevria-Astrazeneca; 188mila di Pfizer Biontech; 113mila di Moderna e, infine, 19mila di Janessen.

A partire da lunedì 10 maggio in Lombardia possono prenotare il vaccino le persone tra i 50 e i 59 anni. Non è ancora chiaro, invece, quando verranno aperte le iscrizioni per le persone sotto i 49 anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Milano una persona su tre è vaccinata ma diminuiscono le inoculazioni

MilanoToday è in caricamento