menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccini, la Lombardia corre: in 24 ore registrati oltre 250mila anziani (ma ora servono le dosi)

Dopo i primi problemi, la macchina va a pieno ritmo. In 24 ore già oltre 250mila adesioni

La Lombardia accelera. Dopo i disagi di lunedì - con migliaia di persone in coda e attese di ore per gli sms di conferma - la macchina per la campagna vaccinale degli over 80 sembra aver cominciato a girare a pieno ritmo. Nelle prime 24 ore, infatti, si registrano già 250.845 adesioni complessive: 218.497 attraverso il portale, 29.835 attraverso le farmacie e 2.513 attraverso i medici di medicina generale. Si tratta di oltre un terzo degli anziani interessati, circa 726mila. 

"Dalle nostre nonne e dai nostri nonni una grandissima dimostrazione di responsabilità e voglia di vivere. La loro adesione così convinta e massiccia alla campagna vaccinazioni sia da esempio per tutti i lombardi", ha sottolineato l'assessore al welfare, Letizia Moratti, commentando i numeri. 

Come prenotare il vaccino, la guida

"L'interesse manifestato dai nostri ultraottantenni e dalle loro famiglie ci inorgoglisce - ha proseguito -. Oltre alla prevenzione e alle precauzioni che adottiamo da mesi, il vaccino è l'unica arma che abbiamo per vincere la nostra battaglia contro il Covid", ha concluso. 

Soddisfazione anche nelle parole di Attilio Fontana, presidente della regione. "In sole 24 ore oltre un terzo degli aventi diritto over 80 ha già aderito alla campagna anti covid Lombardia. La piattaforma sta operando correttamente e, cosa più importante, le persone stanno aderendo avendo ben compreso l'importanza del vaccino per mettere un freno al covid", ha scritto su Facebook l'inquilino del Pirellone. Che però non ha nascosto i problemi: "Giovedì partiranno le vaccinazioni, ma è indispensabile che arrivino le dosi così da poter procedere a spron battuto e senza ritardi - ha rimarcato -. Più siamo prima vinciamo".

Lui stesso, in mattinata, aveva già aperto all'ipotesi di acquisto diretto delle dosi da parte delle regioni. "Per ora non c'è la possibilità per le singole regioni di acquistare direttamente i vaccini. Aspettiamo che arrivino le autorizzazioni - aveva commentato Fontana -. Le dosi che abbiamo attualmente non sono sufficienti per effettuare una vaccinazione di massa. Rischiamo di metterci così tanto tempo da rendere inutile farla - aveva concluso il governatore lombardo intervenendo alla trasmissione Mattino 5 -. L'importante è che arrivino le dosi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento