menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, nel weekend oltre 22mila vaccinati: in Lombardia usato il 44,1% delle dosi disponibili

La Lombardia ha una media di circa 10mila vaccinati al giorno. È terzultima in Italia

Vaccini anti covid, la Lombardia cerca di recuperare il terreno perduto. Dopo la partenza in ritardo - costata il posto all'assessore al welfare Giulio Gallera, sostituito, anche per quello, dall'ex sindaco di Milano, Letizia Moratti - la regione sta cercando di premere il piede sull'acceleratore. 

Anche durante l'ultimo weekend, infatti, la Lombardia ha tenuto una media di circa 10mila vaccinati al giorno, che era proprio la quota promessa dallo stesso ex esponente della sanità. Sabato, stando ai dati forniti dal Pirellone, sono state somministrate 12mila dosi, mentre nella giornata di domenica i sieri utilizzati sono stati 10.328. 

Vaccini, la mappa dell'Italia sempre aggiornata

La Lombardia, secondo i numeri aggiornati quotidianamente dal ministero della Salute, ha finora inoculato 67.851 dosi sulle 153.720 disponibili, una percentuale del 44,1% che la pone in fondo alla speciale classifica italiana. Peggio fanno soltanto la Calabria con il 42,7 e la provincia autonoma di Bolzano, con il 34,8. 

Foto - La 'classifica' dei vaccinni aggiornata alle 22.41 del10 gennaio

classifica vaccini lunedi? 11 gennaio-2

Moratti e Fontana sui vaccini

Il presidente lombardo, Attilio Fontana, ha però predicato calma. "Il vaccino è l'unico mezzo, l'unica soluzione per sconfiggere questo maledetto virus, il resto sono tutti palliativi. Sono contento che si sia iniziata la campagna vaccinale nelle Rsa perché sono quelle che più hanno sofferto durante la prima ondata e perché custodiscono i nostri anziani, le persone più fragili alle quali dobbiamo prestare particolare attenzione", ha detto sabato durante una visita alla fondazione Molina Onlus di Varese.

"In questi ultimi giorni è arrivata la notizia che anche quello di Moderna è stato riconosciuto dall'Ema, appena avremo il riconoscimento e la consegna di tutti i vaccini, potremo avviare una campagna vaccinale nei confronti di tutta la popolazione lombarda. Oggi nonostante le polemiche, che sono state strumentalmente portate avanti da alcuni, siamo nel pieno rispetto del piano che abbiamo presentato ad Arcuri e - ha garantito - continueremo a portarlo avanti".

E un passaggio sul piano vaccini lo ha fatto anche il neo assessore al welfare, Letizia Moratti, nel giorno della sua presentazione. "Il piano della regione sta andando avanti e prosegue nei tempi - ha assicurato -, faremo il possibile per migliorarlo ulteriormente. È una buona notizia già che Moderna sia stato autorizzato dall'Ema. Incrementeremo il piano vaccini - ha concluso - nel momento in cui sapremo concretamente qual è il piano del governo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento