menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccini anti covid, c'è chi dice no: in Lombardia l'11% del personale sanitario rifiuta la dose

La percentuale sale al 17% tra il personale non sanitario e al 18 tra gli operatori delle Rsa

Corsa ai vaccini, ma non per tutti. In Lombardia c'è chi dice no al siero anti covid e non sono pochi. A certificarlo sono i dati forniti mercoledì in commissione sanità al Pirellone dall'assessore al welfare, Letizia Moratti. 

Stando ai dati letti dal vicepresidente regionale, l’11% del personale sanitario non ha infatti aderito alla "Fase 1" della campagna vaccinale anti-covid-19, che prevede la precedenza proprio per gli operatori sanitari e per gli ospiti delle Rsa. La percentuale di chi ha rifiutato la propria dose sale addirittura al 17% tra gli operatori non sanitari, lavoratori che comunque prestano servizio all'interno delle strutture delle Ats e Asst e che per questo sono rientrati nella "Fase 1". 
 
Numeri simili anche per le Rsa, le residenze sanitarie assistenziali che soprattutto nella prima ondata di marzo hanno pagato un conto salatissimo all'epidemia. Secondo quanto reso noto dalla Moratti, tra gli ospiti delle case di riposo l'adesione è al 91%, mentre crolla all'82 tra gli operatori, con un 18% che ha deciso di non sottoporsi al vaccino. 

Specializzandi e in pensione: caccia ai medici per i vaccini

"La popolazione individuata è una popolazione di 340mila unità, gli aderenti sono 320mila”, ha rivelato l'assessore fornendo i numeri totali della prima fase. Per quanto riguarda l’andamento delle somministrazioni, Moratti ha sottolineato che “effettuate il 26 gennaio erano 246.271 dosi su 305.820 vaccini consegnati: pari al 78,5%. L’indicazione che ci è stata data dal commissario è avere delle scorte sufficienti per garantire a tutti la somministrazione della seconda dose”, ha concluso. 

Il rischio, infatti, è che i ritardi di Pfizer nelle consegne possano pregiudicare i richiami, rendendo così di fatto inutile il lavoro svolto finora. E proprio per questo regione Lombardia ha già fatto sapere che si schiererà accanto al governo in caso di azioni legali contro la casa farmaceutica. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento