menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Vaccini Covid al Museo della Scienza e Tecnologia (foto Elena Galimberti)

Vaccini Covid al Museo della Scienza e Tecnologia (foto Elena Galimberti)

Centri per i vaccini Covid "mezzi deserti" a Milano, tra liste vuote e medici in attesa

Chiude per due giorni il centro vaccinale allestito al Museo della Scienza e Tecnologia. Funzionamento "a singhiozzo" alla Fabbrica del Vapore

Le dosi di vaccino anti Covid ci sono ma restano nei frigoriferi perché le liste sono vuote. Succede a Milano giovedì 1 aprile in due centri per le vaccinazioni, il Museo della Scienza e Tecnologia e la Fabbrica del Vapore.

Al Museo della Scienza, dove le vaccinazioni sono gestite dal gruppo Multimedica e sono rivolte, con AstraZeneca, al personale scolastico, l'attività è stata completamente sospesa giovedì 1 e venerdì 2 aprile. Come riferito dalla Multimedica, infatti, vi erano pochi appuntamenti e anche piuttosto frammentati per queste due giornate, così si è preferito anticiparne il più possibile a mercoledì 31 marzo. Pochissimi, che non erano stati raggiungibili al telefono, si sono presentati giovedì e sono stati riprogrammati per la settimana prossima. Dal gruppo Multimedica sono comunque pronti a ripartire a pieno ritmo vaccinando con AstraZeneca i primi 75-79enni che si prenoteranno a partire dal 2 aprile, con vaccinazioni a partire dal 12.

Fabbrica del Vapore: «Troppi momenti di stallo»

Più particolare il caso della Fabbica del Vapore. Secondo quanto riportato a MilanoToday da una persona impiegata in via Procaccini a turno per le vaccinazioni, giovedì 1 aprile erano in programma vari appuntamenti per disabili ed era previsto che venissero vaccinati con il Pfizer, tanto che molti di loro si sono presentati con il modulo di consenso per quel vaccino. In realtà, però, erano a disposizione le dosi di Moderna, così è stato necessario rifare tutti i moduli. Non solo: sempre secondo quanto riferito, durante la giornata si è verificato un funzionamento "a singhiozzo", con momenti di affluenza alternati a momenti di "vuoto totale", durante i quali i medici (a decine) non avevano nessuno da vaccinare. Impossibile però chiamare "all'ultimo momento" qualcuno per riempire questi slot vaccinali. In tutto, in Fabbrica del Vapore, giovedì 1 aprile sono state effettuate appena 300 vaccinazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Coronavirus

Che fine farà lo smart working a Milano dopo la pandemia

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Da oggi la Lombardia è in zona arancione

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento