Coronavirus

"Se arrivano dosi, vaccini a tutti i lombardi entro fine giugno", ha detto Fontana

In questo caso, ha affermato il governatore, sarà possibile mantenere quello che aveva detto Bertolaso

Di nuovo promesse da Regione Lombardia ma ancora una volta al condizionale. Questa volta il presidente lombardo Attilio Fontana ha detto: "Se arrivano i vaccini quello che ha aveva detto Bertolaso lo potremmo mantenere, entro la fine di giugno potremmo aver vaccinato almeno con una dose tutti i cittadini".

Il se, appunto, è però una parte importante di questa previsione, tanto che lo stesso governatore, mercoledì, ai microfoni dell'emittente locale Teletutto Brescia, ha precisato che qualora le forniture non dovessero arrivare "chiaramente il tempo si dilaterà".

"Dovremo regolare la velocità della nostra macchina sulla base della quantità di benzina che ci danno", ha proseguito Fontana che sempre mercoledì aveva sottolineato come in Lombardia fosse stata raggiunta la quota di 3 milioni di dosi di vaccino anti covid somministrate in Lombardia.

 "In poco meno di due settimane - aveva argomentato il governatore - abbiamo raggiunto un ambizioso traguardo che conferma la grande validità del piano studiato e messo a punto da Guido Bertolaso". La prossima meta sarebbe di superare le 100mila dosi effettuate in un giorno, cosa che Fontana ha detto di ritenere realizzabile entro la fine della settimana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Se arrivano dosi, vaccini a tutti i lombardi entro fine giugno", ha detto Fontana

MilanoToday è in caricamento