Coronavirus

In Lombardia vaccini ai senzatetto e persone irregolari 

Le Ats lombarde contatteranno le organizzazioni che si occupano di queste categorie per capire come rintracciarle

La campagna vaccinale anti covid in Lombardia terrà conto anche delle persone irregolari e senza fissa dimora. A dare la buona notizia  Marco Salmoiraghi, dirigente dell'assessorato al Welfare di Regione Lombardia, nel corso di un'audizione in Commissione Sanità del Consiglio Regionale.

Le Ats lombarde contatteranno le organizzazioni che si occupano dei senzatetto per chiedere informazioni sul numero di assistiti e capire qual è la capacità che hanno di somministrare dosi vaccinali. Per quanto riguarda gli immigrati irregolari, ha aggiunto Salmoiraghi, l'ipotesi è che entro un paio di settimane si trovi una soluzione. A questa categoria, così come ai senza fissa dimora, dovrebbe essere somministrato il vaccino Johnson & Johnson, in quanto monodose e da preferire vista la difficoltà nel reperire queste persone.

"Scelta felice - ha commentato Michele Usuelli, consigliere regionale di +Europa/Radicali - siamo pronti ad aiutare per pianificare al meglio i dettagli operativi". In Commissione è stata annunciata la volontà di implementare la vaccinazione dei soggetti fragili privi di assistenza sanitaria 'regolare' a cominciare dai primi giorni del mese di giugno, in collaborazione con le associazioni umanitarie che si occupano di loro. “Già dallo scorso mese di ottobre - continua Usuelli -, con un’interrogazione alla Giunta, abbiamo sollevato il problema della gestione delle persone estremamente fragili e irregolari in tempo di pandemia, persone per le quali è necessario avere una particolare attenzione, non solo nel loro interesse, ma nell’interesse della sanità ed igiene pubblica collettiva. L'assessore Moratti ci aveva risposto confermando che per legge la vaccinazione deve essere offerta a tutte le persone presenti in Italia. Persone e non solo cittadini. Oggi, finalmente, vengono ipotizzate le modalità di tale intervento. Ottima anche la scelta di appoggiarsi alle associazioni di volontariato che da tempo e con grande efficacia si occupano di questi problemi. Siamo a disposizione per collaborare alla pianificazione dei dettagli operativi. E vigileremo affinché sia dato seguito a queste promesse.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Lombardia vaccini ai senzatetto e persone irregolari 

MilanoToday è in caricamento