Giovedì, 24 Giugno 2021
Coronavirus

"Deve esserci l'obbligo di vaccinarsi contro il covid"

L'immunologo ha ribadito la necessità che tutti si vaccinino: «Con i numeri attuali, 10 milioni di italiani non si proteggeranno»

Vaccinarsi contro il covid? Dovrebbe essere un obbligo secondo l'immunologo Sergio Abrignani, dell'Università Statale di Milano e membro del Comitato tecnico-scientifico per l'emergenza covid. Ha ribadito la sua (nota) posizione martedì primo giugno, intervistato da Agorà su Rai Tre. «Quando sento che c'è un 10-11 per cento di persone che non si vogliono vaccinare e un 7-8 per cento che probabilmente non si farà vaccinare», ha commentato lo scienziato, «significa che il 18 per cento degli italiani non si proteggerà». 

Tradotto in numeri significa dieci milioni di persone, a cui deve aggiungersi il circa mezzo milione di persone che, per motivi di salute, non risponderà al vaccino. «Con questi numeri consentiremo al virus di circolare. Questo è un problema non da poco», ha affermato Abrignani. «Vaccinarsi è un dovere che abbiamo tutti verso la comunità», ha aggiunto.

L'immunologo ha poi spiegato che le riaperture (proprio l'1 giugno, in zona gialla, bar e ristoranti tornano a servire al chiuso) sono possibili «perché l'analisi del rischio ha funzionato. Tutti i dati stanno andando verso una forte riduzione della pandemia». A favorire la diminuzione dei contagi e le riaperture, «le vaccinazioni, che hanno fatto da fattore centrale di mitigazione. E lo sapevamo, sulla base di tutto quello che è già avvenuto in Israele e nel Regno Unito. Non è una sorpresa che ci sia una riduzione così forte della pandemia quando abbiamo superato abbondantemente un terzo degli italiani vaccinati».

Intanto, in Lombardia, lunedì 31 maggio sono stati superati i sei milioni di somministrazioni del vaccino anti covid, con una media di quasi 90 mila somministrazioni al giorno nell'ultima settimana. La fascia dei 30-39enni iscritti per una dose, al 27 maggio, sono ormai più di 400 mila, per un totale di 650 mila adesioni pari al 57% della popolazione per questa fascia d'età: "raggiunti" i 40-49enni che, nei loro primi giorni, erano stati più numerosi a prenotarsi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Deve esserci l'obbligo di vaccinarsi contro il covid"

MilanoToday è in caricamento