Coronavirus

Terza dose covid e vaccino antinfluenzale in un unico appuntamento: l'idea

La proposta di Gianni Girelli, presidente della Commissione d’Inchiesta covid 19 della Regione Lombardia

Con la conferma che la terza dose di anticovid dovrà essere somministrata a tutti, “sarebbe utile che Regione Lombardia iniziasse da subito a programmare le agende anche della campagna antinfluenzale per gli over 65, per unire più vaccini in un unico appuntamento. In questo modo si darebbe tempo e modo di organizzarsi ai medici di famiglia e ai centri vaccinali che, a regime, potranno somministrare sia il siero contro l’influenza stagionale che quello contro il covid 19, almeno per i fragili”. Lo afferma in una nota Gianni Girelli, presidente della Commissione d’Inchiesta covid 19 della Regione Lombardia.

“È conclamato – prosegue Girelli – che questo autunno/inverno sarà caratterizzato dalla doppia vaccinazione, quella anti covid e quella antinfluenzale. Vorremmo allora che, in concomitanza di una possibile recrudescenza del virus in ottobre e novembre, si evitasse quanto avvenuto lo scorso anno. E mi riferisco anche alla somministrazione dell’antinfluenzale per i bambini e gli studenti under 12 che frequentano le scuole. Proteggerli subito dai virus stagionali – e non a gennaio come già accaduto lo scorso inverno – significa non creare confusione nelle diagnosi di covid 19”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terza dose covid e vaccino antinfluenzale in un unico appuntamento: l'idea

MilanoToday è in caricamento