menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccinazione anti-covid, Sala: "Durerà mesi, fin dopo l'estate"

Il Comune metterà a disposizione luoghi e strutture

Dopo la presentazione del piano vaccino covid (il tozinameran della Pfizer/BioNTech) da parte della Regione (verrà fatto in 4 fasi), sul fronte della campagna di vaccinazione anti Covid a Milano "abbiamo parlato nelle scorse ore con il responsabile del sistema vaccinazioni della Lombardia: certamente c'è ancora da fare, quello che il Comune può fare è mettere a disposizione luoghi e strutture".

Lo ha assicurato poco fa il sindaco di Milano Beppe Sala parlando su Rainews 24 del V-Day che da domenica 27 dicembre segna l'inizio della campagna vaccinale anti Covid in lombardia.

"La vaccinazione - ha aggiunto Sala - parte simbolicamente adesso però si protrarrà per lunghi mesi, fino a dopo le vacanze estive. Il tema è rassicurare i cittadini sul fatto che andranno a vaccinarsi in luoghi sicuri, certi, e che noi faremo la nostra parte, lavorerò per questo anche in questi giorni". "Credo che chi oggi abbia responsabilità politica deve sentirsi la responsabilità di dire, senza se e senza ma, che si vaccinerà, mi pare veramente il minimo, io lo faccio con convinzione", ha aggiunto Sala, che nel giorno di Natale si è recato ad aiutare i volontari di Pane Quotidiano a Milano.

"Io mi vaccinerò appena possibile - ha detto -, con piacere, essendo over 60, magari mi capiterà anche prima di altri: il punto è che realisticamente credo che la vaccinazione per tutti prenderà molti mesi. Lo sta dicendo il commissario Arcuri quindi non dobbiamo illuderci che in primavera sarà tutto a posto".

Il piano della Regione

"Domenica 27 prende il via in tutta Italia, simbolicamente, la campagna vaccinale contro il coronavirus, che poi si articolerà dai primi di gennaio. È l'inizio di un percorso che sarà lungo e complicato, e coinvolgerà 10 milioni di cittadini in Lombardia, 60 in Italia e il sistema sanitario nel complesso". A parlare è l'assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera, durante la conferenza stampa per presentare il piano vaccinazioni della Regione. Insieme a lui c'è il referente per la Lombardia della campagna vaccinale, Giacomo Lucchini.

"Partenza simbolica molto importante. In Lombardia, il 27 mattina, all'ora che ci comunicherà il commissario arriveranno a Niguarda 324 fiale e il materiale di consumo, per 1620 dosi di vaccino, che verranno trasferiti in 14 siti nella Regione. Era corretto che, anche simbolicamente e mediaticamente, l'avvio avvenisse in tutte le province", ha detto Gallera.

Vaccini in Lombardia: chi saranno i primi a vaccinarsi?

A Milano si partirà con le vaccinazioni intorno alle ore 11. Ma l'avvio sarà capillare in tutte le regioni. I primi saranno i presidenti degli ordini dei medici, i presidenti degli ordini degli infermieri, così come gli oss, e gli addetti ai servizi. Così come ci saranno dei rappresentati delle "Croci". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento