menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccini, al Niguarda scattano i richiami: coperto l'89% del personale

Lo ha comunicato la struttura sanitaria attraverso una nota. I dettagli

L’89% del personale sanitario del Niguarda ha ricevuto il vaccino anticovid. Lo ha reso noto l’ospedale milanese spiegando che domenica 17 gennaio si è conclusa la prima fase della campagna di vaccinazione e, nella giornata di lunedì, sono iniziati i richiami.

“A Niguarda si sono raggiunti numeri da record regionali, sia in termini assoluti che percentuali. Con l'89% del personale vaccinato (dipendenti, collaboratori e frequentatori a vario titolo) l'ospedale è la prima azienda a chiudere nei tempi richiesti le somministrazioni — chiosano dalla struttura sanitaria —. Oltre al personale di Niguarda, sono state eseguite le vaccinazioni anche a medici di medicina generale, personale di Areu e delle pubbliche assistenze, dipendenti ATS e operatori e ospiti di quattro RSA”.

Le vaccinazioni in Lombardia: i dati

Prosegue la campagna vaccinale lombarda. In totale sono state iniettate 184.919 dosi (su 234.645 disponibili, il rapporto è del 78,8%), stando a quanto è possibile verificare sul sito apposito creato dal ministero della Salute (dati aggiornati alle 22:46 di domenica 17 gennaio). Tra i vaccinati 122.346 sono donne e 62.573 uomini.

La fascia d'età maggiormente coperta è quella tra i 50 e i 59 anni, con 52.437 'pazienti' sul totale. Seguono le fasce tra i 40-49 (39.757), 30-39 (29.790) e 20-29 (22.833).

Sui 189.919 vaccinati, ben 130.278 sono operatori sanitari, 40.554 sono personale non sanitario e 14.087 ospiti delle Rsa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento