Coronavirus

Aumentano i voli covid tested: anche da Giappone, Canada e Emirati Arabi

La novità salutata positivamente da Moratti: "Impulso al turismo"

Aumentano i voli covid tested da e per l'Italia dopo le ordinanze del ministro della Salute Roberto Speranza, valide dal 16 maggio al 30 luglio, che estendono la sperimentazione dei voli con passeggeri che siano stati sottoposti a un controllo anti covid prima della partenza. Saranno ora possibili anche dal Canada, dal Giappone e dagli Emirati Arabi, oltre che dagli Stati Uniti.

La novità riguarda anche Milano e la Lombardia, e viene salutata positivamente da Letizia Moratti, assessora regionale al welfare e vice presidente della giunta. La Moratti ricoda che, da circa un mese, "la tratta Malpensa-New York è interessata da questa sperimentazione" e aggiunge che "l'allargamento a nuove tratte permetterà gradualmente a Milano di riappropriarsi della sua vocazione internazionale, agevolando soprattutto professionisti e imprese che potranno spostarsi in tutta sicurezza e con maggior velocità, per non parlare del turismo verso la nostra regione".

Secondo la Moratti, in particolare, la tratta Milano-Emirati Arabi "permetterà il simbolico passaggio di testimone tra organizzatori di Expo, da Milano 2015 a Dubai 2021". Le ordinanze sui voli covid tested estendono le provenienze e anche gli aeroporti italiani di destinazione: oltre a Milano e Roma, anche Venezia e Napoli. Per viaggiare su questi voli occorre sottoporsi al tampone (molecolare o antigenico) alla partenza e all'arrivo. Con risultato negativo si potrà evitare la quarantena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumentano i voli covid tested: anche da Giappone, Canada e Emirati Arabi

MilanoToday è in caricamento