menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Zhang con mister Conte

Zhang con mister Conte

Inter, Steven Zhang cuore d'oro: 100mila euro donati al Sacco per la ricerca sul Coronavirus

Il presidente dell'Inter: "Priorità sono salute pubblica e sicurezza, sosteniamo il Sacco"

Un aiuto alla ricerca. E un modo per dimostrare il "legame indissolubile con la città di Milano". Steven Zhang, presidente dell'Inter, ha annunciato mercoledì di aver donato 100mila euro al dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche Sacco di Milano, diretto dal Prof. Massimo Galli, che da giorni stanno affrontando con sacrifici e sforzi l'emergenza Coronavirus, che in Lombardia ha fatto registrare oltre 1800 contagi e più di 70 morti.

"La donazione, nelle intenzioni dell’Inter e del suo Presidente - si legge in un comunicato del club nerazzurro - è funzionale a sostenere le attività di ricerca, fiore all’occhiello del Dipartimento, struttura di eccellenza che si è distinta per aver identificato i primi 3 genomi completi ottenuti dagli isolati italiani di Sarc-CoV-2 circolanti in Lombardia".

"Il lavoro è stato svolto dal gruppo di Università Statale di Milano e Ospedale Sacco, coordinato dai docenti del dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche dell'Università Statale Gianguglielmo Zehender, Claudia Balotta e Massimo Galli, lo stesso team che ha portato a termine l’isolamento dei 3 ceppi di Covid-19 attualmente circolanti nell’area di Codogno. L’analisi in corso di ulteriori genomi consentirà - auspica la società - di ottenere stime più precise sull’ingresso del virus nel nostro Paese e sulle possibili vie di diffusione.

“L’Inter ha un legame indissolubile con la città di Milano ed è orgogliosa della dedizione con cui tutto il personale dell'Ospedale Sacco sta facendo fronte alla eccezionalità della situazione - ha dichiarato il presidente Steven Zhang -. Fin dall’avvio dell’emergenza Coronavirus abbiamo seguito con particolare attenzione e apprensione l’evoluzione della situazione, sia come club sia come azionista rimarcando in tutte le sedi come l’unica priorità fossero la salute pubblica e la sicurezza. È per questo motivo che Fc Internazionale Milano sente il dovere di sostenere l’Ospedale Sacco”.

La polemica con la Lega

Nei giorni scorsi lo stesso Steven Zhang si era scagliato apertamente - e con toni decisamente forti - contro il presidente della Lega calcio, Paolo Dal Pino, che aveva deciso di rinviare al 13 maggio Juve-Inter, che inizialmente doveva disputarsi il 1 marzo a porte chiuse proprio per l'emergenza Coronavirus e che alla fine si giocherà domenica 8 marzo senza il pubblico.

Il numero uno nerazzurro aveva dato del "pagliaccio" al "boss" della Lega in un lungo post Instagram, nel quale aveva scritto: "Stai giocando con il calendario e mettendo la salute pubblica in secondo piano. Tu sei probabilmente il più grande clown che io abbia mai visto. 24 ore, 48 ore e 7 giorni? Che altro? Quale sarà il tuo prossimo passo? E ora parli di sportività e di campionato regolare? Cosa hai da dire sul fatto che non proteggi i nostri giocatori e allenatori e chiedi loro di giocare per te 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 senza fermarsi?".

E ancora: "Sì, sto parlando a te. Il nostro presidente di Lega, Paolo Dal Pino. Vergognati - il durissimo attacco dell'imprenditore cinese -. E il tempo di alzarti e prenderti le tue responsabilità. È quello che si fa nel 2020. A tutti nel mondo, non importa che voi siate tifosi dell'Inter, della Juve o di nessuno, per favore pensate alla salute. Questa - aveva concluso il numero uno del club meneghino - è la cosa più importante per voi, la vostra famiglia e la nostra società".

Zhang, che è finito nel mirino della procura federale, aveva poi fatto sapere di averlo fatto perché il suo primo interesse era la tutela della salute pubblica. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento