menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Lombardia sarà zona arancione da lunedì 12 aprile

La decisione sulla base dell'andamento dei dati epidemiologici sul Covid. Rt da zona gialla

La Lombardia, dopo un mese, torna in zona arancione a partire da lunedì 12 aprile 2021. La decisione ufficiale nel tardo pomeriggio di venerdì 9 aprile. Era nell'aria: da alcuni giorni lo andava ripetendo il presidente della Regione, Attilio Fontana, visti i dati in miglioramento per quanto riguarda i contagi, con l'incidenza "crollata" a 183 ogni centomila abitanti e un indice Rt decisamente in ribasso, soprattutto quello cumulativo a sette giorni di cui ora il Comitato tecnico-scientifico tiene conto. Questo indice sarebbe addirittura da zona gialla, ma il Governo aveva in precedenza decretato la possibilità solo dei colori arancione e rosso fino al 30 aprile.

I lombardi torneranno quindi a circolare nei propri comuni di residenza o domicilio senza necessità di un'autocertificazione (rispettando il coprifuoco sempre in vigore dalle 22 alle 5) e, in particolare, torneranno ad essere aperti i negozi, tra cui i parrucchieri e i centri estetici che, questa volta, in zona rossa erano rimasti chiusi.

Le regole della zona arancione

Fontana: "Siamo da zona arancione"

Il governatore aveva ribadito il concetto giovedì a Rtl 102.5. "Farò di tutto, e chiederò alla cabina di regia che la Lombardia possa essere messa in zona arancione. I numeri che stiamo valutando per mandarli alla cabina di regia di Roma vanno in questa direzione. I dati sono in lento ma graduale miglioramento", aveva detto. 

Anche martedì pomeriggio nel corso di un webinar, Fontana aveva espresso lo stesso concetto. "I numeri della nostra regione stanno migliorando e, se continuerà così, spero che venerdì potremo chiedere di tornare arancioni. Non posso dare la certezza, ma da questo osservatorio la situazione dal punto di vista epidemiologico sta migliorando, sta rallentando, i numeri sono positivi", ha affermato Fontana riferendosi all'andamento dei contagi e alla "pressione" sugli ospedali.

E Franco Locatelli, presidente dell'Istituto superiore di sanità, venerdì mattina aveva anticipato che diverse Regioni, tra cui la Lombardia, "presentano indicatori epidemici che incoraggiano" a passare in zona arancione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento