Coronavirus

Milano e la Lombardia restano ancora in zona bianca

Lo ha detto il governatore Attilio Fontana nella mattinata di venerdì 3 settembre. Ecco come si muove l'epidemia

Adesso è ufficiale: Milano e la Lombardia restano in zona bianca. Lo ha detto il presidente della Regione, Attilio Fontana durante una conferenza stampa sulla realizzazione dell'Autostrada Pedemontana Lombarda nella mattinata di venerdì 3 settembre.

Anche per la prossima settimana Regione Lombardia sarà bianca perché anche per questa settimana i numeri sono stati positivi sia per numero di contagi, posti occupati negli ospedali e nelle rianimazioni. Quindi una buona notizia".

La zona bianca non è una sorpresa dato che i dati sono rassicuranti. L'ultimo decreto del governo guidato dal premier Mario Draghi ha ridisegnato i parametri per i cambi di fascia di rischio e adesso per passare dal bianco al giallo è necessario che ci sia un'incidenza settimanale superiore ai 50 casi per 100mila abitanti - prima unica condizione prevista -, oltre che un tasso di occupazione al 10% per le terapie intensive covid e al 15% per i reparti ordinari. Milano e gli altri capoluoghi lombardi sono fortunatamente lontani da questa condizioni.

L'ultimo bollettino di giovedì 2 settembre diffuso dal Pirellone fotografa una situazione abbastanza serena: il tasso di positività dei tamponi è attorno all'1%, i ricoveri nelle terapie intensive sono a quota 50 - anche se in lieve aumento - e nei reaprti ordinari ci sono 348 posti letto occupati. I numeri, insomma, sono lontani da quelli critici e la Lombardia - che è in bianco dal 14 giugno - a meno di scossoni nei dati dai reparti ordinari e dalle terapie intensive resterà bianca almeno fino a metà settembre inoltrato.

E proprio sul tema ricoveri nelle scorse ore è intervenuta l'assessore al welfare regionale, Letizia Moratti. "Nelle terapie intensive della Lombardia non ci sono persone vaccinate, ci sono non vaccinati, la notizia è questa e questo dovrebbe essere sufficiente a convincere gli indecisi", ha detto la numero due del Pirellone, cercando - ancora una volta - di convincere anche gli indecisi dell'importanza della vaccinazione. Un gesto fondamentale anche per restare nella fascia di rischio con zero restrizioni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano e la Lombardia restano ancora in zona bianca

MilanoToday è in caricamento