Attualità Porta Venezia / Corso Buenos Aires

Cos'è quest'idea di rendere corso Buenos Aires pedonale

Se ne discute in municipio 3. La presidente Antola: "Dobbiamo andare verso una città vivibile"

Solo pedoni, biciclette e monopattini? Sì. Ma non subito. A Milano si fa largo l'idea di trasformare in un'area pedonale corso Buenos Aires, la strada che scorre da Loreto a Porta Venezia e che è tra le più note arterie commerciali della città. La proposta - perché per ora è soltanto una proposta, nulla più - nasce dal municipio 3, che nei giorni scorsi ha tra l'altro già votato una delibera che indica, tra i progetti da realizzare entro la fine del mandato, anche la posa di pilomat per sperimentare alcune ore di stop al traffico. 

Giovedì, quando per la prima volta il consiglio comunale si è riunito proprio al Municipio 3, l'argomento è tornato di strettissima attualità. E sul tema è intervenuta la presidentessa Caterina Antola, che ha lasciato intendere come la direzione sia proprio quella di chiudere al traffico Buenos Aires, anche se magari non del tutto. 

"Penso che dobbiamo andare verso una città più vivibile, più a misura di cittadino, con una mobilità sostenibile e dolce", le sue parole. Corso Buenos Aires "è un'arteria di natura commerciale, con una linea metropolitana e quindi facilmente raggiungibile", ha rimarcato. Evidentemente tutto andrà fatto passo dopo passo e per questo - ha sottolineato la presidentessa del Municipio 3- "delle chiusure settimanali, nei weekend, potrebbero essere una sperimentazione ma sulla chiusura totale naturalmente meglio aspettare". 

Lei stessa è poi tornata sui pilomat, dei dissuasori che possono essere attivati e disattivati e che consentirebbero di alternare aperture e chiusure alle macchine. "Sono una soluzione ipotizzata ma bisogna vedere se è possibile, serve uno studio di fattibilità - ha proseguito Antola -. La pedonalizzazione di corso Buenos Aires, innanzitutto, va fatta per fasi perché, ripeto, deve essere intanto realizzato uno studio di fattibilità e tenere in considerazione che ciò che abbiamo sempre chiesto era di chiudere in maniera alternata. In ogni caso - ha concluso - sulle tempistiche per corso Buenos Aires serve lavorarci bene nell'arco di 5 anni, un impegno che da portare avanti per tutto il mandato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cos'è quest'idea di rendere corso Buenos Aires pedonale
MilanoToday è in caricamento