rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Attualità Corsico

Il bitume costa troppo: il comune smette di asfaltare le strade

La decisione di Corsico (Milano)

Costretto a rinviare il rifacimento dell'asfalto stradale a causa dell'aumento dei costi del petrolio e delle materie prime, sempre più difficili da reperire: il comune di Corsico, come tanti altri enti locali, è alle prese con le conseguenze dell'aumento della spesa energetica che si ripercuote anche sui servizi e i lavori pubblici. Di qui la decisione del municipio: sospèendere e rinviare interventi già programmati.

Più in dettaglio, il comune ha deciso di sospendere il completamento degli interventi già avviati nel 2021. Inoltre non verranno avviati gli iter per l'asfaltatura e i nuovi marciapiedi programmati nel 20222 per circa due milioni di euro. Lo rende noto Maurizio Magnoni, assessore ai lavori pubblici, scusandosi coi cittadini. I costi di realizzazione sono aumentati del 65 per cento, quelli del bitume del 40 per cento in pochi mesi. Questo impedisce anche alle aziende di intervenire nonostante magari il contratto sia già stato firmato.

Le tabelle nazionali sui materiali da costruzione, che costituiscono il 'tariffario delle opere pubbliche', non sono più sostenibili per le aziende, ma devono essere utilizzate come base per gli appalti. Questo significa che, finché non vengno modificate, potrebbe fermarsi tutto.

A Corsico lanciano quindi l'allarme. Intanto, però, è stato deciso di procedere con la manutenzione straordinaria del centro storico: "Il materiale da posare, il porfido, è soggetto a rincari più contenuti rispetto al bitume utilizzato per gli asfalti", commenta Magnoni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bitume costa troppo: il comune smette di asfaltare le strade

MilanoToday è in caricamento