Attualità

L'arcivescovo di Milano: "Islam non significa terrorismo"

"Identificare l'Islam con i terroristi è una generalizzazione insopportabile, così come identificare i cristiani con le potenze imperialiste, oppressive del colonialismo, o con l'arroganza e l'invadenza di alcuni governi", ha spiegato in un incontro mercoledì

Islam non significa terrorismo. E' questo il senso di un articolato discorso dell'arcivescovo di Milano monsignor Mario Delpini che è stato fatto mercoledì.

"Identificare l'Islam con i terroristi è una generalizzazione insopportabile, così come identificare i cristiani con le potenze imperialiste, oppressive del colonialismo, o con l'arroganza e l'invadenza di alcuni governi", ha spiegato infatti il presule nel suo intervento all'incontro interreligioso con i responsabili delle comunità musulmane presenti sul territorio della diocesi e quelli del Forum delle religioni, in cui è stato sottoscritto il documento sulla fratellanza umana siglato a febbraio da papa Francesco e dal grande imam di Al Azhar Ahmad Al-Tayyeb.

"C'è troppo buio nel nostro tempo, reso ancora più cupo dall'ignoranza, dalla generalizzazione, dalla lettura del passato come fonte inesauribile di rivendicazione e risentimento. L'alternativa al buio è l'incontro personale, considerarsi interlocutori possibili, senza schierarsi dentro un'istituzione o dentro una religione", ha proseguito l'arcivescovo.

All'incontro, inoltre, ha partecipato anche la comunità buddista.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'arcivescovo di Milano: "Islam non significa terrorismo"

MilanoToday è in caricamento