Milano, Pm10 alle stelle: misure antismog da martedì, case più "fredde" e smartworking

Dal 1 dicembre via, di nuovo, alle misure antismog. Ancora escluso il blocco del traffico

Divieti antismog: Milano ci "ricasca". Da martedì 1 dicembre - come già successo lo scorso 17 novembre -  all'ombra della Madonnina scattano le “misure temporanee di primo livello” previste dal "piano Aria" siglato dai comuni di regione Lombardia. 

Da oltre cinque giorni, infatti, le centraline Arpa in città hanno registrato livelli di Pm10 ben al di sopra del limite, stabilito in 50 microgrammi per metro cubo. Causa coronavirus è escluso il blocco delle auto - su decisione del Pirellone -, ma le misure riguarderanno i riscaldamenti di case e condomini e i fuochi. 

"Si applicano le misure temporanee di primo livello relative al riscaldamento domestico - riduzione di 1 grado delle temperature nelle abitazioni -, all’agricoltura - divieto di spandimento liquami zootecnici - e al divieto assoluto di combustioni all’aperto - accensione di fuochi, falò, barbecue, fuochi d’artificio. Si raccomanda inoltre la massima adozione dello smartworking", ha segnalato regione Lombardia. "I dati sulla qualità dell’aria vengono esaminati ogni giorno e viene data comunicazione in maniera tempestiva circa la cessazione delle limitazioni temporanee", hanno concluso dal Pirellone. I divieti scatteranno in 8 province: Monza, Milano, Bergamo, Como, Pavia, Lodi, Cremona, Varese.

I dati di Milano e i comuni interessati

Che a Milano l'aria sia pessima lo certificano i numeri. Nella giornata di domenica 29 novembre le centraline hanno registrato concentrazioni di polveri sottili medie di 67.625 µg/m³.

La presenza di polveri sottili non è uniforme e varia in base alle zone della città, ma ovunque è sopra i limiti: 70 in viale Marche, 71 in Città Studi, 68 µg/m³ in via Senato, 62 al Verziere. Questa, invece, la situazione fotografata all'esterno della città: a Limito di Pioltello sono stati registrati 79 µg/m³, 59 a Cassano d'Adda, mentre a Turbigo le centraline hanno rilevato 58 microgrammi per metro cubo, 74 a Magenta.

Le limitazioni previste dal "Piano Aria" sono attive in tutti i comuni sopra ai 30mila abitanti e in quelli che volontariamente hanno firmato il protocollo. È il sito della regione a fornire l'elenco completo delle città: Milano, Paderno Dugnano, Rozzano, Cernusco sul Naviglio, Pioltello, Cologno Monzese, Bollate, Cinisello Balsamo, Corsico, Legnano, San Donato Milanese, Rho, Segrate, Sesto San Giovanni, San Giuliano Milanese, Abbiategrasso, Cormano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

Torna su
MilanoToday è in caricamento