Record di visitatori nei musei: a Milano in 14mila approfittano della domenica gratis

Tantissimi cittadini hanno dedicato il proprio fine-settimana alla cultura approfittando dell'iniziativa ministeriale

In coda alla Pinacoteca di Brera (repertorio)

13.903 persone hanno deciso di consacrare il tempo libero che avevano questo fine-settimana alle arti e alla cultura. È infatti questo il numero di visitatori che hanno approfittato di #domenicalmuseo, l'amatissima iniziativa ministeriale  che ogni primo week-end del mese consente di visitare gratuitamente i musei e che ora rischia di essere cancellata per volontà del ministro ai beni culturali Alberto Bonisoli, del governo verde giallo.

A Milano però, come deciso dall'amministrazione comunale lo scorso giugno, la gratuità dei musei civici rimarrà garantita. E i cittadini sembrano aver apprezzato particolarmente questa scelta visto il picco di presenze di questi giorni. Rispetto all'anno scorso, quando i visitatori erano stati 12.291, si registra una crescita di presenze del 13%; mentre in rapporto al 2016 (con 10mila ingressi), l'aumento di visitatori è del 39 %. "In questo agosto i cittadini hanno raccolto con ancora maggiore entusiasmo l'invito di Domenica al Museo, l'iniziativa che vede alleati musei e istituti culturali statali, civici e privati, aperti in forma gratuita" ha dichiarato l'assessore alla Cultura Filippo Del Corno.

Il boom di visite, forse, è legato proprio alla notizia che l'iniziativa introdotta nel 2014 dal ministro Franceschini verrà presto messa in dubbio. Bonisoli ha infatti dichiarato che la gratuità domenicale diventerà facoltativa e dipenderà dei direttori dei musei: "Se è una libera scelta, allora non ci vedo nulla di male. Ma se c'è un obbligo non funziona. Così non apprezziamo i beni culturali ma li svalutiamo".

Del Corno ha voluto sottolineare invece l'importanza del protrarsi delle domeniche gratuite: "I musei sono prima di tutto luoghi di conoscenza e cittadinanza, e condividerne l'esperienza una volta al mese nella forma di un'apertura gratuita è la migliore azione possibile per diffondere e incrementare il patrimonio cognitivo di una comunità. Spiace molto che il ministero abbia optato per interrompere questo progetto; il Comune di Milano andrà avanti, con la decisione assunta di rendere permanente la gratuità per ogni prima domenica del mese". A confermare l'importanza della manifestazione la scelta dei quasi 14mila milanesi che negli scrigni d'arte della città hanno trovato un rifugio al caldo, preferendo questi luoghi persino alle piscine, dove gli ingressi sono stati circa 11mila.

Potrebbe interessarti

  • A Milano gli rubano la bici con cui sta viaggiando per il mondo, l'appello: "Aiutatemi"

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Come avere i finanziamenti per riqualificare energeticamente la casa a Milano

I più letti della settimana

  • Appena arrivato a Malpensa inizia a tremare: muore 28enne 'mulo' del narcotraffico

  • Milano, due fratelli morti in una casa a Baggio: uno ucciso a coltellate, un altro impiccato

  • Morto il fumettista milanese AkaB, Gabriele Di Benedetto: aveva solo 43 anni

  • Milano, dramma a Rogoredo: ragazza di 28 anni muore travolta da un treno in stazione

  • La notte folle di un uomo: fa sesso con una prostituta, poi ‘spara’, la rapina e si accoltella

  • Incidente a Zibido, si schianta alla rotatoria e l'auto si ribalta più volte: morto un 32enne

Torna su
MilanoToday è in caricamento