Attualità

Ecco un monumento per ricordare Alberto Ascari

L'opera si trova in zona Romolo è realizzata da Francesco Triglia e commissionata dall'Aci Milano

Milano ricorda il suo pilota più famoso, Alberto Ascari. Nella mattinata di venerdì 11 giugno è stato svelato il monumento intitolato all'ex campione di Formula Uno, l'opera (realizzata da Francesco Triglia e commissionata dall'Aci Milano) si trova in via largo Antonio e Alberto Ascari (zona Romolo).

La scultura ha una forma ellittica ed ascensionale che allude a una curva sulla quale è rappresentata la Ferrari del campione che ha conquistato il titolo iridato nel 1952 e nel 1953.

"Questo omaggio renderà ancora più indelebile il ricordo di uno sportivo milanese che con le sue vittorie ha contribuito a tenere alto il prestigio italiano nel mondo — ha dichiarato Geronimo La Russa, presidente di Automobile Club Milano —. Giusto che Milano, sua città natale, ricordi in modo adeguato Alberto Ascari, ultimo italiano ad avere vinto il titolo iridato della Formula 1 e l'unico ad averlo vinto due volte".

Chi era Alberto Ascari

Alberto Ascari (Milano, 13 luglio 1918 – Monza, 26 maggio 1955) è stato un pilota automobilistico e pilota motociclistico italiano, vincitore del titolo di campione del mondo di Formula 1 nel 1952 e nel 1953.

Nella massima serie automobilistica disputò un totale di 32 Gran Premi, vincendone 13 e salendo per diciassette volte sul podio. Ottenne inoltre 14 pole position e si schierò per venticinque volte in prima fila. È l'ultimo pilota italiano ad avere vinto il titolo mondiale piloti e detiene il record per la più alta percentuale di vittorie in una stagione, infatti nel 1952 vinse sei delle otto corse in calendario, aggiudicandosi l'alloro iridato con il massimo dei punti possibili (cosa che riuscì solamente a Jim Clark nel 1963 e nel 1965). Sempre ad Ascari appartiene il record di giri veloci conquistati in gare consecutive: sette, a partire dal Gran Premio del Belgio 1952 per concludersi con il Gran Premio d'Argentina 1953.

Perse la vita perse la vita all'autodromo di Monza il 26 maggio 1955 durante un giro di prova a bordo di una Ferrari 750 Sport.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco un monumento per ricordare Alberto Ascari

MilanoToday è in caricamento