menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La foto postata da Fedez

La foto postata da Fedez

Ferragni, l'ecografia in clinica insieme a Fedez e la rivolta social. Ma in alcuni casi è consentito

La clinica Mangiagalli sottolinea che per «casistiche delicate» il medico può decidere di parlare con entrambi i genitori. Anche in periodo di Covid

II papà insieme alla mamma per l'ecografia di controllo in clinica. Una situazione abituale, comune, ma non in tempo di Covid: in questo periodo, infatti, in generale è vietato accompagnare all'interno degli ospedali i pazienti. Ma Fedez ha potuto condividere con sua moglie Chiara Ferragni questo dolce momento (la coppia è in attesa di una bambina) alla clinica Mangiagalli di Milano.

I due hanno postato una fotografia sui profili social, nella quale si vede la mano di Fedez stringere quella della moglie, e sono stati subissati di critiche. Non sono pochi gli utenti che, su Instagram, hanno fatto notare come in Lombardia sia praticamente impossibile fare una visita in coppia come quella dei Ferragnez, né nel sistema sanitario pubblico né in quello privato. In tanti hanno raccontato le loro esperienze in proposito. Senza mezzi termini i due sono stati accusati di favoritismo.

Sembra che, in realtà, alla Mangiagalli i protocolli (uguali, ovviamente, per tutti) consentano, in sporadici casi, che il partner assista alle ecografie. La clinica sottolinea che la maternità non è sempre un «percorso lineare». Quindi i medici talvolta ritengono il caso di «affrontare approfondimenti» in presenza di entrambi i genitori, a patto che si rispettino rigorose misure tra cui il tampone negativo per entrambi.

Partner alle visite: quando è consentito

La clinica Mangiagalli, in proposito, ha predisposto anche una pagina dettagliata sul suo sito web, in cui vengono illustrate problematiche come questa. Oltre al fatto che il partner può assistere al parto se il suo tampone per il Covid è negativo, vi si legge che di fronte a «casistiche particolarmente delicate» i medici possono ritenere «opportuna la presenza di entrambi i genitori». Dunque si tratta di un caso (seppur eccezionale) previsto. E c'è semmai da augurarsi (e augurare alla coppia) che la gravidanza proceda per il meglio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento