Attualità Cenisio Monumentale / Piazzale Cimitero Monumentale

Al Monumentale ci sono quattro tombe all'asta, ma serve 1 milione e mezzo di euro

Quattro edicole del Monumentale all'asta. Il valore totale sfiora il milione e mezzo

Altissimo pregio. E, inevitabilmente, altissimo prezzo. Il comune di Milano, come annunciato in un comunicato, ha deciso di "procedere all'assegnazione tramite procedura ad evidenza pubblica" di quattro "monumenti funerari di altissimo pregio" che si trovano all'interno del cimitero Monumentale. Si tratta delle edicole ex Valdani, ex Coulliaux, ex Bardelli ed ex Pozzi, le cui concessioni sono scaduta. 

Le basi d'asta per le quattro edicole sono decisamente importanti: "678.108,13 euro per Necropoli, Spazio 148, Edicola ex Pozzi; 388.953,81 euro per Rip. XVI, Spazio 389, Edicola ex Valdani; 287.577,70 euro per Necropoli, Spazio 162, Edicola ex Coulliaux; 122.553 euro per Rip. IX, Spazio 369-370-371, Edicola ex Bardelli". Il totale di partenza, quindi, supera il milione e 400mila euro.

"La nuova procedura rappresenta un'alternativa alla modalità di assegnazione utilizzata in passato, lo scorrimento delle liste d'attesa, ma salvaguarda i soggetti in graduatoria consentendo loro di partecipare alla gara presentando un'offerta economica, da formalizzare durante la seduta pubblica, di importo pari alla migliore offerta presentata. Nel caso di più offerte per la stessa edicola provenienti dalla lista d'attesa, risulterà vincitore il soggetto con la richiesta di assegnazione più datata", hanno spiegato da palazzo Marino. 

"La concessione sarà novantanovennale e gli interventi finalizzati al restauro e alla manutenzione dell'edicola dovranno essere sottoposti al nullaosta della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio e saranno a carico del concessionario", hanno concluso dal comune, annunciando che il bando sarà pubblicato nelle prossime settimane. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Monumentale ci sono quattro tombe all'asta, ma serve 1 milione e mezzo di euro

MilanoToday è in caricamento