Attualità

Evasione fiscale record per una 92enne: fa rientrare dalla Svizzera 15 milioni di euro

L'anziana ha finto di risiedere all'estero per anni. Ha patteggiato 8 mesi per evasione fiscale

Negli anni '80 e '90 era la titolare dei negozi Gavazzi, che vendevano abiti di lusso e in particolare cravatte. Oggi, a 92 anni, la donna ha patteggiato una pena di 8 mesi per evasione fiscale: la sentenza è stata emessa dal gip Guido Salvini.

L'anziana milanese, secondo l'inchiesta condotta dal pm Paolo Storari, per almeno cinque anni aveva finto di risiedere in Svizzera e nel Regno Unito per evadere il fisco con un sistema di trust. Secondo le informazioni trapelate, ha fatto rientrare dalla Svizzera una cifra record per una persona fisica: ben 15 milioni di euro. Concludendo così la sua "latitanza fiscale" e pagando il debito tributario.

L'anziana si iscrisse all'Aire (l'anagrafe dei residenti all'estero) nel 1994, ma in realtà secondo gli approfondimenti il "centro" della sua vita quotidiana era Milano, dimostrato dalle utenze del gas e dell'elettricità dell'appartamento di famiglia. Non solo: sono emerse anche le prove della sua assidua frequentazione di una palestra a Milano per le cure fisioterapiche a cui è sottoposta per la sua età.

La magistratura è stata "benevola" con la 92enne perché la stessa ha collaborato coi magistrati, ha fatto rientrare in Italia la somma "nascosta" all'estero e, di recente, ha costituito un fondo caritatevole disponendo che il suo patrimonio venga devoluto a enti di beneficenza e assistenza. Condannato (a una sanzione di 45 mila euro) anche il commercialista che l'ha aiutata a creare i trust esteri per nascondere il patrimonio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evasione fiscale record per una 92enne: fa rientrare dalla Svizzera 15 milioni di euro

MilanoToday è in caricamento