menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei filamenti

Uno dei filamenti

Filamenti bianchi nei campi del Milanese: che cosa sono, la spiegazione

Il fenomeno si ripete ogni anno in questo periodo

In questi giorni, come accade quasi tutti gli anni tra ottobre e novembre, in molte zone della provincia Ovest di Milano stanno cadendo particolari filamenti bianchi trasportati dal vento. Si susseguono segnalazioni su segnalazioni.

I teorici del complotto sostengono che si tratti di bioingegneria per il controllo del clima, altri danno la colpa alle scie chimiche, altri ancora associano la presenza dei filamenti agli avvistamenti alieni o ad apparizioni della Madonna. Vecchie storie, qualcuna molto ridicola, altre più plausibili. Ma qual è la verità? Cosa sono questi lunghi fili appicciccosi che coprono i campi e sono spinti dal vento anche in città? 

Le ragnatele volanti

Innanzitutto bisogna chiarire che le spiegazioni scientifiche possibili sono diverse, a seconda delle zone: nell'area della Pianura Padana il fenomeno è sempre uguale e si ripete ogni anno da secoli (le prime cronache risalirebbero al 1500). Una cosa è certa Il fatto poi che questi lunghi filamenti che sembrano ragnatele spesso siano piene di ragni già di per sè fornisce una spiegazione: sembrano ragnatele perchè, secondo quanto spiega il blog scientifico Scientificast, semplicemente lo sarebbero. Diversi articoli in merito sono anche stati scritto dal Cicap (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale): la risposta è da ricercare nel mondo degli aracnidi.

Niente alieni, scie chimiche o controllo del clima quindi. Si tratterebbe infatti del fenomeno del ballooning, ossia un modo di spostarsi nell'aria utilizzato da diversi ragni e da altre specie di insetti, già attestato in Italia da secoli. I ragni infatti secernono il filamento, che non è altro che seta, in modo da essere trasportati dalle correnti e migrare. Niente di "misterioso" quindi, ma un semplice fenomeno naturale che, per altro, avviene da secoli e che i contadini conoscono bene. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento