rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Attualità

27 milioni alle famiglie, 24 ai disabili e al disagio degli adulti: come sono ripartiti i fondi sociali in Lombardia

Decisa dalla giunta regionale la ripartizione dei fondi

Quasi 19 milioni all'Ats della Città metropolitana di Milano, 55,5 milioni in totale. Di cui oltre 27 alle famiglie e ai minori, quasi 24,8 alla disabilità, anziani, disagio degli adulti e altro. Sono le risorse del Fondo nazionale per le politiche sociali, di cui ora la giunta regionale della Lombardia ha approvato i criteri di riparto e le modalità d'utilizzo, su proposta dell'assessora alla famiglia Elena Lucchini.

Le risorse servono a realizzare le azioni previste dai piani di zona, insieme a quelle autonome dei Comuni e ad altre risorse, tra cui fondi comunitari e regionali. Le risorse per l'esercizio 2023 ammontano a 55 milioni e 534mila euro, di cui 27 milioni e 267mila euro destinati all'area famiglia e minori, 24 milioni e 789mila euro alle aree disabilità, anziani, povertà, disagio adulti, dipendenze, salute mentale, un milione e 439mila euro rispettivamente alla supervisione del personale e alle dimissioni protette, 500mila euro agli interventi per famiglie con bambini in situazione di vulnerabilità (questi ultimi in otto ambiti territoriali ben precisi: Monza, Chiavenna, Como, Visconteo Sud Milano, Cinisello Balsamo, Bormio, Alto Milanese e Vallecamonica). E infine 100mila euro per la definizione della nuova programmazione triennale.

Le risorse saranno trasferite alle Ats lombarde. All'Ats della Città metropolitana di Milano andranno 18 milioni e 967mila euro. All'Ats Insubria 8 milioni. Oltre 6 milioni a quelle della Brianza, di Brescia e di Bergamo. Più di 4 milioni all'Ats Val Padana. E infine 2 milioni e 900mila euro all'Ats Pavia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

27 milioni alle famiglie, 24 ai disabili e al disagio degli adulti: come sono ripartiti i fondi sociali in Lombardia

MilanoToday è in caricamento