menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola, Fontana: "Equiparare i compagni di classe ai congiunti è una presa in giro"

Ancora fumata nera tra Governo e Regioni sulla scuola

Non piace al presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana l'idea, lanciata dal ministro dei trasporti Paola De Micheli, di equiparare i compagni di classe "ai congiunti", per scavalcare così l'obbligo di 1 metro per distanziamento sociale.

A 2 settimane dall'inizio della scuola, infatti, tra regioni e governo non è stata ancora presa nessuna decisione sulle norme anti covid-19. Tra rifiuti e proposte oggettivamente impraticabili, prosegue un confronto serrato su tutti gli aspetti: mascherine, distanziamento, test ai professori, trattamento e quarantena degli alunni positivi. 

"Quella dei congiunti è una presa in giro - ha detto Fontana qualche ora fa alla presentazione del Gran premio di Monza di F1 -: o si può stare a 1 metro o non si può. Bisogna affrontare delle soluzioni differenti, come orari diversi oppure proporre agli studenti una parte di scuola in aula e una da remoto. Non bisogna fare dei tentativi ma risolvere il problema, non usare degli escamotage. Credo che si debba avere il coraggio di dire che in occasione della ripresa dell'attività scolastica si possa, se il Cts (Comitato tecnico scientifico, ndr) aumentare la percentuale trasportata sui mezzi pubblici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento