menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riparte la scuola, Fontana contro il Governo per i ritardi: "Causa di non pochi problemi"

“Lo dico da tempo, se ci fosse maggiore autonomia non vivremmo queste preoccupazioni”

“È ricominciata la scuola e ho sempre detto (e ribadisco) che la ripresa delle lezioni è fondamentale per dare la sensazione di un ritorno alla normalità: professori, dirigenti scolastici, personale amministrativo hanno lavorato in maniera positiva, nonostante qualche problema evidente come la copertura delle classi e altre criticità che avrebbero dovuto trovare soluzione con più largo anticipo. I ritardi hanno causato non pochi problemi”.

A parlare è il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, durante l’inaugurazione dell’anno scolastico all’Istituto di istruzione superiore (Iss) Giuseppe Luigi Lagrange di Milano, che ospita, oltre a un liceo scientifico con indirizzo in Scienze applicate e uno con indirizzo sportivo, un Istituto tecnico settore tecnologico istituto professionale per i servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera (Ipseoa).

Il problema degli insegnanti che mancano

“Lo dico da tempo, se ci fosse maggiore autonomia sicuramente non vivremmo queste preoccupazioni” ha ribadito Fontana, aggiungendo “mi aspettavo che il governo arrivasse ‘prima’ alla preparazione dell’inizio dell’anno scolastico perché le scelte su questioni come l’individuazione delle graduatorie andava fatta a luglio e non all’ultimo momento, soprattutto in un anno particolare come quello attuale”. “Uno dei problemi più gravi è la mancanza di insegnanti, al di là delle vicende relative alla questione dei banchi” ha proseguito il governatore, aggiungendo “io stesso sono andato a scuola per 13 anni utilizzando un banco singolo”.

Insieme al governatore della Lombardia erano presenti anche l’assessora regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro, Melania De Nichilo Rizzoli, e il dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale di Milano. Fontana e Rizzoli si sono poi recati al Politecnico del commercio e del turismo di Milano (Capac), dove hanno visitato le aule frequentati dagli studenti del corso in orologeria e gli ambienti che ospitano la formazione in “food and beverage”.

Ai Dirigenti scolastici, agli Insegnanti e al personale scolastico va rivolta la nostra più sincera riconoscenza per il...

Pubblicato da Attilio Fontana su Lunedì 14 settembre 2020
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento