menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mobilità aziendale: le sfide dei fleet manager verso la nuova normalità

Tutte le innovative e convenienti possibilità per le aziende

In ambito automotive ci sono alcuni dealer che più di altri sono sensibili al tema della gestione flotte aziendali. È il caso di Fratelli Giacomel, che ha dato vita a un servizio di Fleet Management innovativo (qui le informazioni) dedicato a tutti coloro che devono gestire un parco auto: dalle grandi imprese con più di 1.000 dipendenti alle PMI a conduzione famigliare. Questo è il momento ideale per fare un bilancio costruttivo dei processi esistenti e stabilire nuove procedure per aiutare a rafforzare il business ed emergere più forti nel nuovo mondo che verrà.

La gestione della mobilità aziendale è decisiva per lo sviluppo di un’impresa sul territorio: ha risvolti sociali, ambientali, economici, ma permette soprattutto di sviluppare strategie per migliorare l’accessibilità sul mercato e ottimizzare costi e tempi degli spostamenti delle proprie risorse umane. È probabile che i gestori di flotte oggi siano più sotto pressione che mai: devono garantire costi ridotti, per far fronte a una richiesta di minor mobilità, e nello stesso tempo assicurarsi che i veicoli restino operativi e sicuri. Una situazione così imprevedibile richiede un'azione decisiva, che deve affrontare almeno due sfide e che richiede il supporto dei dealer più all’avanguardia. Una prima sfida consiste nel rivedere il parco auto circolante in funzione del passaggio a veicoli di dimensioni ridotte, adatti per la nuova mobilità urbana che si va delineando nella “nuova normalità”. Le lunghe trasferte sono ormai rare: i mezzi aziendali devono ora far fronte a tragitti più brevi nell’architettura cittadina.

Se, da un lato, gli ecoincentivi messi a disposizione hanno permesso di rafforzare la tematica green anche all’interno dei parchi auto aziendali, dall’altro lato aumenta la necessità di down-sizing e cioè il passaggio a veicoli più compatti di cilindrata ridotta. Un fenomeno ormai generalizzato in tutti i mercati del mondo. Una seconda sfida, certamente non inferiore alla prima, consiste in una maggior flessibilità contrattuale: l’emergenza sanitaria, in un mercato già complesso e in costante trasformazione come quello delle flotte aziendali, ha reso indispensabile per le società l’accesso a un’offerta più flessibile e ricca di servizi. In tempi di incertezza, i gestori di flotte potrebbero non desiderare più di impegnarsi in contratti di leasing a lungo termine e, con la fornitura di veicoli fortemente influenzata dai lockdown internazionali, potrebbero dover rivalutare marca e modelli delle car lists. Il nuovo terreno di competizione per la cosiddetta fase 2 riguarda anche la sanificazione dei veicoli, tema che giustamente ha interessato i fleet manager dai primi giorni dell’emergenza e che nelle realtà aziendali riguarda principalmente le auto in sharing. In generale, si tratta di un argomento più ampio, che riguarda la gestione dei nuovi rischi nel suo complesso, che i gestori di mobilità stanno approfondendo per poter dare soluzioni ottimali ai propri clienti.

Le flotte aziendali sono state colpite in vari modi dalla crisi dovuta all’emergenza sanitaria: alcune attività ora procedono a rilento, ma non sarà così per sempre. Affidarsi a un interlocutore come Fratelli Giacomel significa poter contare su un partner che mette al proprio servizio personale qualificato e soluzioni flessibili per venire incontro a tutte le esigenze dei fleet manager.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento