Attualità

L'imprenditore che ha pagato da bere a tutti per il suo funerale

È successo a Busto Arsizio nella giornata di giovedì 8 luglio al termine del funerale di Gianni "Gino" Gussoni

Immagine repertorio

Non un corteo funebre fino al cimitero ma un brindisi fuori dalla chiesa in sua memoria. È quello che ha voluto Gianni "Gino" Gussoni, imprenditore e co-fondatore della sezione di Busto Arsizio dei City Angels, al termine del suo funerale. È successo nella giornata di giovedì 8 luglio a Busto Arsizio (Varese), come raccontato da Mario Furlan, fondatore dei City Angels di Milano.

È stato un dipendente delle onoranze funebri a leggere le ultime volontà di Gianni Gussoni al termine della funzione celebrata nella Basilica di San Giovanni. "Brindiamo alla vita, non seguitemi alla sepoltura. Nel locale qua fuori c’è un rinfresco per tutti voi", aveva scritto Gianni in una lettera. 

Una frase che ha fatto scendere qualche lacrima tra i presenti ma nel cuore di chi lo amava si è fatto strada un sorriso. Il brindisi per celebrare la vita di una persona che ha dedicato molto del proprio tempo alle persone in difficoltà si è svolto in una nota pasticceria vicino alla chiesa.

"Grazie, Gino, per averci fatto sorridere in un momento di dolore — ha scritto Mario Furlan su Facebook —. E per averci fatto riflettere sul fatto che vita e morte sono sorelle. Non ci sarebbe una senza l'altra. E nessuna delle due deve farci paura".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'imprenditore che ha pagato da bere a tutti per il suo funerale

MilanoToday è in caricamento