Lunedì, 17 Maggio 2021
Attualità

Il Fuorisalone 2021 si farà a prescindere dal Salone del Mobile

La decisione degli organizzatori della kermesse parallela

L'incertezza sulla fattibilità del Salone del Mobile non inficia la sua manifestazione parallela, il Fuorisalone, che a settembre si farà in ogni caso. A meno che non vi siano restrizioni relative alla pandemia covid. Lo hanno ribadito i principali rappresentanti della kermesse diffusa, quella che da molti anni si affianca all'evento in Fiera e "anima" le strade e i quartieri di Milano nel nome dell'arredamento e del design, nonché dell'arte e della creatività.

Gli operatori del Fuorisalone sono consapevoli che la situazione non sarà paragonabile a quella che si viveva fino al 2019: innanzitutto settembre non è come aprile, per tanti motivi. E poi non si può sapere quanti arriveranno a Milano, soprattutto dall'estero: dipende dall'andamento mondiale dell'epidemia covid e dalle regole dei singoli Paesi. Ma prevale l'idea che non si possa rinunciare al primato di capitale del design, perché perdere il primo posto è un attimo. E perdere manifestazioni come queste, anche.

E il Salone? Non appena sono emerse le voci sulla possibilità che non si faccia, la politica si è mossa all'unisono per scongiurarlo. Guido Guidesi, assessore allo sviluppo economico di Regione Lombardia, è molto determinato: con una data certa per gli eventi fieristici, gli era stato assicurato che il Salone si sarebbe fatto. E, secondo l'assessore, il Salone del Mobile è troppo importante per l'indotto milanese: dagli alberghi ai ristoranti e così via. Nei giorni scorsi anche altri politici, dal sindaco Beppe Sala al governatore Attilio Fontana, si erano espressi con la speranza che il Salone venga confermato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Fuorisalone 2021 si farà a prescindere dal Salone del Mobile

MilanoToday è in caricamento